Tra Iran e Israele pace col «Leone»

Sky Cine News, il magazine di Sky Cinema (in onda il lunedì alle 20.45 su Sky Cinema 1), ha fatto incontrare il vincitore del Leone d’oro, l’israeliano Samuel Maoz, e la vincitrice del Leone d’argento, l’iraniana Shirin Neshat. I due cineasti, che tenevano con sé i Leoni appena conquistati, si sono stretti la mano davanti alle telecamere di Sky Cine News e hanno fatto una comune dichiarazione d’intenti in nome della pace tra i loro due Paesi.
Shirin Neshat ha esordito dicendo: «Facciamo la pace tra Iran e Israele. Noi siamo ambasciatori dei due Paesi e quindi dico: no alla guerra, sì alla pace. Perché noi parliamo la stessa lingua, che è la lingua dell’umanità». Samuel Maoz ha continuato: «È il linguaggio dei sentimenti, il linguaggio del cuore. Solo quello può cambiare le cose, può aprire le menti dei popoli». E poi, indicando i due premi, ha detto: «Guardate i Leoni che si toccano tra loro».
Subito dopo l’incontro tra i due Leoni, il presidente della Giuria Ang Lee ha infine dichiarato: «Sono contento che i due primi premi siano andati a due film che appartengono a una regione del mondo dove c’è conflitto e repressione. Io sono cinese e credo nel feng shui, la forza biologica dell’universo che scorre, e credo anche che adesso questa forza sia in questa regione del mondo. Se non lasci vivere film come questi, i conflitti esploderanno».

Commenti

Grazie per il tuo commento