Iran, il logo è sexy: sembra ballerina I conservatori contro un quotidiano

Gli ultraconservatori si scagliano contro il logo di un giornale di Teheran, le lettere arabe somigliano alla sagoma "provocante" di una ballerina

Teheran - Sta sollevando un vespaio di polemiche in Iran il nuovo luogo del quotidiano "Teheran Emrooz" (Teheran Oggi), molto vicino al sindaco della capitale, Baqer Qalibaf, e giudicato troppo "sexy" dall’ala radicale degli ultraconservatori. Fomentati da un’editoriale del settimanale "Parto-ye Sokhan", alcuni esponenti filogovernativi hanno chiesto a gran voce la modifica del logo del quotidiano riformista perché offensivo nei confronti della morale islamica. Il nuovo logo, stando al sito web d’opposizione ’Homylafayettè, è stato realizzato giocando con le lettere con cui in farsi si scrive la parola ’Emrooz’, che producono come risultato finale l’immagine di una ballerina.

Logo troppo ammiccante Troppo per un settimanale come "Parto-ye Sokhan", schierato con l’ala più oltranzista dei conservatori e che solo pochi giorni fa titolava "Sosterremo la Guida Suprema fino all’ultima goccia di sangue". Alcuni analisti, tuttavia, leggono nelle critiche a "Teheran Emrooz" un attacco a Qalibaf, che fa parte del blocco conservatore più pragmatico e incline a venire a patti con l’opposizione. Lo stesso Qalibaf, infatti, ha più volte criticato in passato il presidente, Mahmoud Ahmadinejad, al punto da averlo minacciato di candidarsi alle elezioni presidenziali del giugno 2009.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.