L’assessore rilancia la sua crociata: «Vietato fumare nei parchi»

L’assessore alla Salute Gianpaolo Landi di Chiavenna ci riprova e rilancia una proposta che ha nel cassetto ormai da un anno: vietare il fumo nei parchi. Non solo, ma punta il dito anche contro i colleghi, incitandoli a prendere decisioni e a fare scelte anche impopolari. «Se la classe politica cerca solo il consenso di breve durata, non sarà possibile - spiega l’assessore -. Se invece cercherà di qualificarsi con una visione più strategica e meno tattica, riusciremo a vincere questa battaglia». Certo, aggiunge Landi, bisogna avere il coraggio di rischiare «non bisogna avere paura di perdere qualche consenso quando abbiamo davanti le finalità di una politica della salute». Però, sarà difficile per l’assessore trovare appoggi a Palazzo Marino dopo aver insinuato che le scelte degli amministratori sono tattiche e poco strategiche. Soprattutto dopo le frizioni con il vicecapogruppo del Pdl Michele Mardegan che lo accusava di diffondere dati eccessivamente allarmistici sulle adolescenti «come se fossero tutte sgualdrine».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti