L’ex Eder punisce il Frosinone: a Empoli la prima sconfitta

Il Frosinone si ferma ad Empoli: nella città toscana i canarini trovano la prima sconfitta stagionale, al termine di una prestazione assolutamente incolore, con una squadra che non è apparsa neanche l’ombra di quella spumeggiante che aveva conquistato la vetta della classifica. I toscani degli ex Eder e Antonazzo chiudono la pratica in appena 18 minuti e i canarini non trovano mai la forza di reagire. Stavolta però, dopo aver raccolto tanti complimenti, sul banco degli imputati finisce anche l’allenatore Moriero che preferisce affidarsi sempre agli stessi giocatori, anche se ora il Frosinone in appena quattro giorni dovrà affrontare le corazzate Reggina e Torino, lasciando in panchina il nazionale under 21 Bolzoni e addirittura relegando in tribuna gente come Cariello e Tavares, capaci di fare la differenza in qualsiasi momento.
Nonostante il tifo di 400 tifosi arrivati dalla Ciociaria, le cose per il Frosinone si mettono subito male e dopo 7 minuti i padroni di casa passano in vantaggio: bella azione corale, con Eder che fa velo e lascia scorrere la palla per l’accorrente Marianini, che da destra fa secco Sicignano, in questa occasione apparso indeciso sul suo palo, ma poi protagonista della partita con almeno quattro grandi parate, unico tra i canarini a meritare la sufficienza.
Ti aspetti la reazione della truppa di Moriero, che un po’ arriva, ma è soltanto un’illusione, al 12’ con una girata fuori di Santoruvo e un minuto dopo con un pallonetto da fuori area di Calil, incredibilmente fuori misura. Al 18’ è però l’Empoli a piazzare il raddoppio che di fatto chiude la contesa: Musacci fa tutto molto bene centralmente, Eder ci mette ancora lo zampino e lascia palla all’accorrente Coralli che fa secco Sicignano. Il Frosinone a questo punto sparisce dal campo, inesistente sulle fasce con Troianiello e Bocchetti e troppo timido in fase di ripartenza con l’inesperto Semenzato e un Basha in giornata no. Al 24’ i padroni di casa potrebbero addirittura replicare, con una sventola di Marianini che però Sicignano riesce a deviare in angolo. E il portiere frusinate è ancora bravo un minuto dopo su Angella e al 41’ sullo scatenato ex Antonazzo.
Il secondo tempo è di una noia assoluta. L’Empoli di Sasà Campilongo, indimenticato giocatore del Frosinone, addormenta la partita, mentre dall’altra parte i cambi di Moriero, che butta nella mischia Mazzeo, Gucher e Aurelio, non producono alcun effetto. Allo scadere, anzi, i toscani vanno ancora vicini al gol con un contropiede di Saudati, ma ancora una volta Sicignano ci mette una pezza.
Il Frosinone, che comunque resta nei quartieri alti della classifica, tornerà in campo martedì sera al «Matusa», nel turno infrasettimanale contro la Reggina. Serve una scossa e subito.

Commenti

Grazie per il tuo commento