Lazio Iniziata ieri l’avventura cinese

È iniziata l’avventura cinese della Lazio, che tra sei giorni sfiderà l’Inter nella Supercoppa italiana in programma a Pechino. Scavalcato il dilemma degli aventiniani Ledesma, Pandev e De Silvestri (resteranno a casa, Claudio Lotito ha pensato bene di fargli capire chi comanda a Formello) e lo sbarco di Cruz sulla sponda biancoceleste del Tevere (pareva destinato alla Roma, invece giocherà con i cugini con buona pace degli affranti tifosi giallorossi), la squadra di Davide Ballardini. Ieri la squadra ha preso il volo per l’Asia con un volo Lufthansa via Francoforte. Tanti i volti sorridenti, su tutti quello di Julio Cruz, argentino che la sa lunga su come affascinare i tifosi: «Ho scelto la maglia numero 74 per onorare il primo scudetto della Lazio». La squadra si era allenata poco prima, seduta blanda, corsetta altrettanto soft e stretching. Meno sorridente invece Meghni, che pare destinato a cambiare aria, forse al Cagliari.
Il mercato, per ora, fa più notizia della partita pechinese. Lotito, dopo aver concluso l’accordo con la Regione Lazio (che sarà sponsor di maglia l’8 agosto e che pagherà 400mila euro per l’occasione, cifra più alta mai pagata per una sponsorizzazione one shot), si sta muovendo in maniera egregia, mantenendo il pugno di ferro con il gruppo-dissidente e cercando elementi ad hoc per gli schemi del tecnico che lavora sullo stile di Sacchi. Il patròn potrebbe riportare a Roma Oddo, ex capitano della Lazio che dopo aver fatto carte false per andare al Milan, adesso è intrigato dall’idea di tornare a Formello. Il trentatreenne difensore è stato messo dai rossoneri sul piatto della bilancia insieme a 7 milioni d’euro cash per tesserare De Silvestri e, nonostante qualche dissapore vissuto col gestore laziale, va detto che il suo ritorno a Roma rappresenterebbe un gradito amarcord. Sul fronte nuovi arrivi, il patron ha poi assicurato che non c'è interesse per Simplicio (il Palermo nei giorni scorsi ha proposto lo scambio con Radu), mentre il pasaggio di Scaloni al Maiorca appare cosa quasi fatta. Mateo Alemany, presidente della società iberica, ha ammesso di essere interessato alle prestazioni del giocatore: «Sono due settimane che stiamo parlando con il giocatore e con la Lazio». Il sudamericano è intanto partito per la Cina, se passaggio dovrà esserci, non avverrà prima di una decina di giorni. Probabile la partenza a breve anche di Ledesma, destinazione Firenze. Il centrocampista è l’obiettivo principale di Pantaleo Corvino, che vede nel mediano basso il sostituto ideale di Felipe Melo. Ovvio, per averlo la viola di Toscana dovrà sborsare 10 milioni di euro cash, perché Lotito - come già accennato - è irremovibile. Finale dedicato a Pandev. L’avvocato Mattia Grassani ha risposto alla mancata convocazione del suo assistito per Pechino con una lettera ufficiale, confermando che «Goran ha preso atto della decisione societaria». Cambierà aria, il macedone, la Bundesliga appare la destinazione più certa dopo che la Juventus, sua principale estimatrice, ha concluso in netto anticipo la campagna acquisti. Tra Pandev e la Germania resta solo il Milan.

Commenti