Lerici legge il mare: letteratura fra pirati ed esploratori

Prende il via la prima edizione della rassegna di letteratura e cultura marinaresca "Lerici legge il mare", si terrà nella città del Golfo dei Poeti dal 18 al 20 settembre prossimi

Lerici legge il mare: letteratura fra pirati ed esploratori

Le componenti ci sono tutte. Un golfo dedicato ai Poeti (Byron e Shelley) e il mare. Prende il via la prima edizione della rassegna di letteratura e cultura marinaresca "Lerici legge il mare" presentata oggi nella sala consiliare del Comune di Lerici e che si terrà nella città del Golfo dei Poeti dal 18 al 20 settembre prossimi. Promossa dal Comune di Lerici, dalla Società marittima di Mutuo Soccorso, in collaborazione con Mursia e con l’Autorità Portuale della Spezia, la prima edizione della rassegna è dedicata a Pirati, corsari e lupi di mare, figure da sempre protagoniste delle storie, vere e fantastiche, di mare.

Scrittori e navigatori Ospiti d’onore della rassegna lo scrittore svedese Bjorn Larsson e la navigatrice e scrittrice francese Françoise Moitessier. Con loro oltre venti scrittori italiani di romanzi e saggi dedicati al mare e ai suoi protagonisti. Dal pirata Long John Silver, ad Andrea Doria, il principe corsaro, fino ai nuovi predoni del mare, le storie di ieri e di oggi che hanno per protagonisti pirati, corsari e lupi di mare sono al centro degli incontri che si terranno in piazza Garibaldi e in piazza Mottino, al Castello di San Giorgio, a Santerenzo, a Tellaro e su due imbarcazioni d’epoca, la goletta Oloferne e il leudo Zigoela che navigano nel golfo con equipaggi di lettori e scrittori.

Letteratura e amore per il mare "Tra le collane edite da Mursia -spiega la casa editrice- anche la prestigiosa Biblioteca del Mare, che con 400 titoli pubblicati rappresenta il più prestigioso e completo catalogo italiano di libri dedicato al mare e ai suoi protagonisti. L’origine di questa collana, unica nel suo genere, risale alla passione di Ugo Mursia per il mare e lo per scrittore anglo-polacco Joseph Conrad". "Le ricerche bibliografiche compiute per garantire il rigore della traduzione dei termini nautici -aggiunge Mursia editore- divennero il nucleo iniziale della Biblioteca del mare che attualmente raccoglie centinaia di titoli suddivisi in diciotto sezioni: dalla manualistica alla narrativa, dai portolani ai dizionari nautici, dai grandi classici della navigazione ai diari di bordo dei grandi navigatori".

Commenti

Grazie per il tuo commento