Lettera aperta dei sindaci brianzoli per Pezzano

Pietrogino Pezzano, appena nominato alla Asl Milano 1, la più grande d’Italia, ha una «grande» colpa: quella di essere nato a Palizzi, provincia di Reggio Calabria, vivere in Brianza e non nella rossissima Reggio Emilia o nel Vimercatese, rosso pure questo. Per anni ha gestito la Sanità brianzola diventando il direttore generale numero uno nella speciale classifica dell’intera Lombardia. Per anni ha gestito i miliardi di euro di ospedali e Asl in Brianza con meriti riconosciuto da tutti i partiti. Nessuno da sinistra estrema a destra ha mai avuto di che dire di lui. Non è indagato dalla magistratura, non ha condanne e nessun processo in sospeso. In Brianza nemmeno la sua foto con un membro di un’organizzazione malavitosa a luglio aveva suscitato «risentimento» nei partiti locali. Però è bastata la sua nomina nella Asl più grande d’Italia per metterlo in croce. Pochi chilometri separano la Brianza dalla sede della Asl Milano 1, ma per i partiti di sinistra è come se ci fosse di mezzo un continente. Una strumentalizzazione politica che ha avuto come risultato quello di compattare il Pdl brianzolo e convincerlo a scendere in campo in sua difesa. Il Popolo della Libertà e gli amministratori del territorio fanno quadrato attorno alla sua figura e i sindaci Pdl hanno diffuso un documento di solidarietà.
«Noi, amministratori comunali e sindaci della Provincia di Monza e Brianza, sentiamo il bisogno di esprimere il nostro punto vista in merito alla vicenda che negli ultimi giorni ha investito il dottor Pietrgino Pezzano – si legge nel comunicato – già direttore generale della nostra Asl al quale vogliamo far pervenire la nostra stima e riconoscenza per il lavoro svolto in questi anni». La Giunta regionale ha proceduto, con voto unanime, alle nomine dei vertici di tutte le ASL lombarde, promuovendo Pietrogino Pezzano. La scelta del presidente Formigoni è stata compiuta tra 700 candidature per 45 posti. «Noi come sindaci e amministratori, abituati da sempre al sano pragmatismo - continuano gli esponenti Pdl - abbiamo potuto apprezzare le competenze gestionali, la trasparenza e gli eccellenti risultati conseguiti del direttore Pezzano alla guida della nostra. Per questo motivo, sentiamo di esprimergli la nostra piena solidarietà, personale e istituzionale, nel momento in cui subisce un violento attacco strumentale da parte di molti nostri colleghi. Vogliamo sottolineare che, sotto la sua guida, tutti gli indicatori di qualità, efficacia ed efficienza dell’ASL di Monza, hanno raggiunto livelli di eccellenza fra i più alti della Lombardia e d’Italia».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento