Levanto Bacchetti e Maio «star» del Festival Amfiteatrof

L’orchestra da camera Zandonai di Trento, l’Ensemble Royal Concertgebouw Orchestra, il musicista e attore Luigi Maio e il pianista genovese Andrea Bacchetti saranno alcuni dei protagonisti del diciannovesimo Festival Amfiteatrof, che si terrà a Levanto dal 10 luglio all’11 settembre. Dedicata al famoso violoncellista Massimo Amfiteatrof, che nella cittadina ligure trascorse l’adolescenza, mantenendo con essa uno stretto rapporto affettivo fino alla morte, la rassegna, che rappresenta un appuntamento di ampio richiamo per gli appassionati di musica classica, ha in programma nove concerti, dislocati nelle tre suggestive cornici della chiesa di Sant’Andrea, di Villa Agnelli e della piazzetta della Compera. «A rendere unica questa manifestazione - spiega il presidente dell’Associazione Festival Amfiteatrof, Marcello Schiaffino - è il connubio tra una proposta culturale di grande qualità e un legame molto forte con la comunità di Levanto, che è caratterizzata da un radicato senso dell’ospitalità». Questa edizione - sottolinea ancora Schiaffino - vedrà la partecipazione di tanti giovani musicisti, nel solco della tradizione del festival e di importanti artisti come Bacchetti, pluripremiato e noto da anni a livello internazionale, chiamato a esibirsi nei maggiori teatri del mondo e autore di incisioni particolarmente curate e apprezzate dai cultori della classica. Altrettanto noto è Luigi Maio, che, in un contesto molto bello come la storica Villa Agnelli, porterà in scena lo spettacolo «In viaggio con Rossini». Oltre ai levantesi e ai visitatori italiani, «saranno molti - conclude il presidente dell’Associazione Festival Amfiteatrof - i turisti stranieri che prenoteranno la vacanza proprio in concomitanza con gli appuntamenti più importanti della rassegna».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti