Coronavirus

Adolescenti e Coronavirus, come non annoiarsi a casa

Chi ne risente maggiormente di questo periodo di isolamento legato all’emergenza sanitaria da Coronavirus sono gli adolescenti. A loro si chiede di rinunciare a frequentare amici, pub e associazioni. Ecco alcuni suggerimenti per non annoiarsi a casa

Adolescenti e Coronavirus, come non annoiarsi a casa

Chi ne risente maggiormente di questo periodo di isolamento causato dall’emergenza Coronavirus sono gli adolescenti.

Non è facile per loro stare a casa con i genitori. Ad essi si chiede di rinunciare a vedere i compagni di scuola, gli amici, il partner. Secondo gli psicologi l’adolescenza risulta l’età più insensibile ai messaggi di sensibilizzazione in ambito sanitario. In questa fase delicata della loro esistenza non è facile concepire il significato e valore delle regole e dei divieti. Da un’indagine online avviata da Laboratorio Adolescenza è emerso che l’86% degli adolescenti dichiara di condividere le indicazioni date dal Governo e dal Ministero della Salute sui comportamenti prudenti. Infatti solo il 47% rispetta rigorosamente le regole imposte. Il 23% soffre per la riduzione delle relazioni sociali con gli amici. Mentre il 68,2 compensa questa mancanza con i contatti attraverso i social. Il 50% si dice abbastanza preoccupato, il 14% molto preoccupato, il 35% poco o per nulla.

Spetta ai genitori entrare in empatia con i propri figli adolescenti. Si può cogliere in questo momento difficile l’occasione per instaurare con essi un dialogo autentico. L’ambiente domestico non deve essere percepito come fonte di angoscia. In questi giorni ci si può dedicare ad attività interessanti verso le quali spesso non si ha molto tempo come leggere un libro, suonare uno strumento musicale, imparare a cucinare.

Ecco alcuni suggerimenti di attività alle quali i più giovani potrebbero dedicarsi restando a casa:

- Dormire di più per recuperare energie: concedersi qualche ora in più per riposare è fonte di benessere e consente di fare il pieno di energie vitali. Si consiglia un pisolino di una mezz’ora dopo pranzo. Mai fare pennichelle più lunghe perché indeboliscono il sonno notturno;

- Disegnare per esprimere la creatività: molti adolescenti smettono di disegnare considerando questa attività tipica dei bambini. Invece il disegno o la pittura è una delle forme d’arte più istintive e immediate di cui disponiamo. Disegnare consentirà ai più giovani di esprimere la propria creatività ed emozioni;

- Seguire un videocorso di danza per rimanere in forma: se la danza è la vostra passione su Youtube potete cercare cercare “Corso Hip Hop” o “Lezioni Salsa” per rimanere allenati e fare il pieno di vitalità. Oppure se siete degli amanti della forma fisica basta una stanza libera per fare qualche esercizio guidati da un personal trainer virtuale;

- Imparare a cucinare per imparare cose nuove: cucinare è una delle attività che gli adolescenti potrebbero svolgere in compagnia dei loro genitori. Sarebbe l’attività ideale per instaurare complicità con i propri genitori e voglia di imparare qualcosa di nuovo da loro. Stimola la curiosità e la voglia di mettersi in gioco;

- Leggere un libro per fare il pieno di conoscenza: grazie alla lettura avrete la possibilità di distrarre la mente. Potrete così immedesimarvi in vissuti, emozioni e stati d’animo. Ciò servirà per riflettere e allenarsi all’autoempatia;

- Tenere un diario per riflettere: annotare su un’agenda tutte le riflessioni e i pensieri legate a questo periodo difficile. Ha un effetto liberatorio e induce alla riflessione e al ragionamento.

Commenti