Mental Load, come il sovraccarico di impegni genera stress

Il Mental Load è il sovraccarico psicologico diffuso tra i lavoratori che si muovono parallelamente tra vita professionale e famiglia. Uno studio accurato dimostra che questa condizione riguarda soprattutto le donne che tendono a vivere due giornate in due

Il Mental Load, in italiano, significa sovraccarico psicologico.

È la condizione tipica di quando durante la giornata la mente è carica di vari impegni da eseguire e gestire. Il Mental Load descrive una situazione ingestibile data dal sovraccarico di responsabilità derivanti dal conciliare gli impegni domestici con quelli familiari e personali. Questa condizione mentale è moto diffusa e riguarda in prima persona molti lavoratori che fanno fatica a dividersi letteralmente tra vita professionale e sfera privata. Non è però facile da riconoscere.

Il Mental Load è considerato una grande fonte di stress e disagio. Può tramutarsi in un vero e proprio ostacolo all’avanzamento della carriera. Si manifesta sotto forma di perdita di efficienza, rallentamento nello sviluppo dei progetti e delle missioni, distrazione e stanchezza.

L’ impatto del Mental Load è stato oggetto di uno studio accurato realizzato da da Yoopies che mostra fino a che punto, lungi dal rimanere confinati nella sfera privata, i problemi quotidiani pesino sui dipendenti e sulle loro prestazioni professionali. Questo studio è stato realizzato in collaborazione con LabRH . Ha coinvolto circa 1300 lavoratori, sia uomini che donne appartenenti a differenti settori e fasce di età.

Dai risultati dello studio in questione emerge che gli oneri maggiori quotidiani spettano alle donne. Esse infatti si trovano a dover sbrigare circa il 71% delle mansioni quotidiane e il 65% di quelle genitoriali. Ciò non può fare a meno di condizionare le loro performance lavorative. È emersa anche un’altra sorprendente verità: quasi tutti i dipendenti (94%) gestiscono almeno un aspetto della loro vita privata sul lavoro. L’86% ne dedica un lasso di tempo compreso tra 30 e 180 minuti a settimana. Fra questi, 1 su 10 dedica addirittura più di tre ore alla settimana a tali mansioni. Le questioni riguardanti i figli (78%) e le difficoltà personali (73%), come il divorzio o il trasloco, sono in cima alla lista dei problemi privati gestiti sul lavoro. Il 67% dei dipendenti ritiene che questi oneri perturbino la propria efficienza lavorativa. L'87% si dichiara considerevolmente stressato a causa di essi. Mentre il 44% afferma che il Mental Load è la causa scatenante del proprio ritardo sulle missioni e i progetti lavorativi da svolgere.

Il mental load è soprattutto donna. L’universo femminile si muove parallelamente dividendosi tra carriera e famiglia. È come se la donna vivesse letteralmente due giornate in una. Questa indagine accurata ci rende consapevoli per l’ennesima volta che la lotta per la parità di genere nelle aziende richiede necessariamente la presa in considerazione delle disuguaglianze nella sfera privata.