L'Italia da scoprire

Tour tra le piazze più belle della Toscana

Da Piazza della Signoria a Piazza del Campo, passando per la misteriosa Piazza dei Cavalieri: ecco le piazze della Toscana che attirano folte schiere di visitatori tutto l’anno

Tour tra le piazze più belle della Toscana
Tabella dei contenuti

Tra le mete turistiche italiane più apprezzate a livello mondiale, la Toscana è ricca di città d’arte, paesaggi romantici e piazze in grado di catturare l’attenzione di ogni visitatore. Da Firenze a Pisa, passando per Siena e Lucca, tutto il territorio offre vedute e scorci particolari che permettono di assaporare un’atmosfera antica e intramontabile.

Stilare una lista delle piazze più belle della Toscana non è un’impresa semplice, soprattutto considerando il contributo storico, artistico e sociale offerto da questi luoghi e tenendo conto dello straordinario stato di conservazione dei monumenti più celebri. Ecco una selezione di luoghi che meritano una visita approfondita.

Piazza della Signoria a Firenze

Firenze

Piazza della Signora è l’antico nucleo del potere civile di Firenze in epoca medievale, raggiungibile a piedi da Piazza del Duomo con Santa Maria del Fiore.

Il monumento più celebre è certamente Palazzo Vecchio con la sua torre alta 94 metri, costruito fra il 1299 e il 1314 e a lungo residenza dei funzionari della Repubblica.

All’ingresso di Palazzo Vecchio si staglia la copia del David di Michelangelo (la scultura originale è conservata preso la Galleria dell'Accademia), insieme alle sculture che ritraggono Adamo ed Eva, Ercole e Caco.

La piazza è delimitata anche dalla Loggia dei Lanzi, che racchiude altri capolavori scultore come Il Ratto delle Sabine e Perseo con la testa di Medusa. Lateralmente, infine, infine, si trovano la Fontana di Nettuno costruita da Bartolomeo Ammannati e il monumento equestre dedicato a Cosimo I.

Piazza dei Miracoli a Pisa

Piazza dei Miracoli a Pisa

Pisa ospita uno dei capolavori architettonici del romanico, la famosa Piazza dei Miracoli che racchiude il Duomo, il Battistero, la Torre pendente alta 57 metri e il Camposanto. Questo campanile è certamente il monumento più visitato di Pisa, caratterizzato da una spiccata inclinazione.

La realizzazione della piazza risale al 1064 e la disposizione dei monumenti cela un significato religioso profondo. Ciascuna struttura doveva richiamare una delle principali fasi della vita: il Battistero era simbolo della nascita, la Cattedrale e la Torre della vita vera e propria, il Cimitero della morte.

Piazza dei Cavalieri a Pisa

Pisa

Spesso messa in ombra dalla più famosa Piazza dei Miracoli, la Piazza dei Cavalieri si trova nel centro storico pisano ed è ancora sede della Scuola Normale Superiore all’interno del Palazzo della Carovana dei Cavalieri di Santo Stefano.

La piazza, infatti, era proprio il quartier generale dell’Ordine e ospita sia la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri sia il Palazzo dell'Orologio, tristemente noto per una vicenda raccontata anche da Dante Alighieri nel XXXIII canto dell'Inferno.

La torre del palazzo, infatti, è stata sede del carcere della “Fame” dove morì il celebre Conte Ugolino della Gherardesca.

Piazza del Campo a Siena

Siena

Chiamata anche semplicemente il Campo, la celebre Piazza del Campo di Siena si caratterizza per la sua forma particolare e per essere la sede dedicato al Palio delle Contrade che si svolge ogni anno il 2 luglio e il 16 agosto, uno spettacolo seguito da folte schiere di cittadini, turisti e appassionati.

Si trovano nella piazza, ad esempio, la Torre del Mangia, il Palazzo Comunale e la Fonte Gaia con i rilievi di Jacopo della Quercia.

Commenti