A Lugano «tre giorni» in musica per celebrare la Confederazione

Domani è il 1° agosto e si celebra a Lugano la Festa Nazionale Svizzera, come da tradizione, a partire dal mattino tra musica, cortei e discorsi commemorativi, per finire con i fuochi d’artificio che illumineranno la città e il lago a partire dalle 22.30. A precedere i festeggiamenti, la rassegna «estivaLugano» propone per oggi un ricco carnet di appuntamento musicali: al Parco Ciani (ore 21.30) vanno in scena i suoni gitani dei Dschané. Dschané significa «andare, partire, viaggiare» e deriva dal romanes, la lingua dei Rom: le loro canzoni sono infatti quelle del popolo Rom dove ricorre la voglia di libertà, il viaggio e la gioia di vivere. Il gruppo è nato con l’idea di collezionare e riprodurre canti zingari, per lo più tradizionali cantati in romanes, con qualche pezzo in russo. Sempre oggi, ma alle 22, in piazza Manzoni si esibisce la tribute band italiana dei Beach Boys, l'unica attualmente in costante attività in tutta Italia. La band torinese, con oltre 50 concerti all'anno tra Italia, Austria, Francia, Spagna e Svizzera, fa rivivere le meravigliose armonie vocali a 4 voci dei Beach Boys, ripercorrendone la storia. Domenica, invece, al Parco Ciani (ore 11) performance della band Jack-in-the-box, con Lalo Conversano (tromba), Alfredo Ferrario (clarinetto), Tiziano Riva (trombone), Sandro Di Pisa (chitarra), Daniele Tortora (contrabbasso), Massimo Caracca (batteria). Il repertorio si compone di brani classici selezionati tra i più conosciuti e brillanti standard. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

Commenti

Grazie per il tuo commento