L'Under 21 stasera contro la Bielorussia

Gli azzurrini cercano il pass nell'ultima partita del gruppo A. Balotelli contento per la riduzione della squalifica: "Un turno? Giusto". Il ct Casiraghi è ottimista: "Non facciamo calcoli, pensiamo a vincere"

L'Under 21 stasera 
contro la Bielorussia

Mario Balotelli ieri non stava nella pelle e ha messaggiato mezza Italia: è di una sola giornata la squalifica che gli ha inflitto la commissione disciplinare dell’Uefa. Supermario era stato espulso venerdì scorso a Helsingborg durante Svezia-Italia per un fallo di reazione a palla lontana. Mario si era subito scusato e anche a Massimo Moratti aveva confessato di temere una pesante squalifica: «Anche se non è stato un fallo grave e cattivo», aveva commentato. Si ipotizzava addirittura una squalifica di tre giornate che avrebbe praticamente azzerato l’impiego dell’attaccante in questa fase finale dell’Europeo under 21, invece Balotelli tornerà nella semifinale contro una fra Inghilterra, Spagna e Germania: «Sono certo che i miei compagni centreranno l’obiettivo», ha dichiarato l’azzurro.

Felice anche Pierluigi Casiraghi, che dopo l’emergenza con la Bielorussia potrà tornare al suo tridente con Supermario in campo: «Una sentenza giusta - l’ha definita il ct -. Ho rivisto il fallo di Balotelli in tv, era un lieve fallo di gioco. Diciamo che è stata resa giustizia ma, visto il comportamento scorretto degli svedesi in campo e fuori, mi sarei aspettato una squalifica anche per qualcuno di loro. Comunque il discorso è chiuso, ci penseremo più avanti. Adesso in testa dobbiamo avere solo la Bielorussia. Non c’è un altro Balotelli per qualità e talento - ha ammesso il tecnico -, ma anche tatticamente, perché lui sa giocare sia come attaccante centrale che esterno. Però mi sembrerebbe sbagliato cambiare adesso, continuerò su questa strada».

L’Italia è in testa al gruppo A e gioca questa sera alle 20,45 l’ultima partita del girone contro la Bielorussia. Casiraghi è molto ottimista: «Io voglio la semifinale, non mi importa contro chi, la voglio e basta. La gara con la Bielorussia è la più difficile del girone, siamo in una situazione di leggero vantaggio per via della classifica ma in 90 minuti tutto può essere ribaltato. E non deve accadere. Non facciamo calcoli e pensiamo a vincere».

Commenti