La Madonna pellegrina di Fatima arriva in elicottero a Santa Zita

La Madonna pellegrina di Fatima arriva in elicottero a Santa Zita

Arriva oggi a Genova, precisamente nella chiesa di Santa Zita, in corso Buenos Aires, la madonna pellegrina di Fatima. «Là dove va la Vergine Pellegrina, non si sono più antagonismi di nazionalità o di razze che dividono; non ci sono più separazioni di frontiere; non ci sono più interessi che separano i suoi figli. Tutti, in questo momento, sentono la gioia d’essere fratelli. Questo spettacolo della Vergine Pellegrina ci augura le più grandi speranze». Papa Pio XII, attraverso un messaggio radiotrasmesso, disse queste parole a un milione di pellegrini riuniti su luogo delle apparizioni di Fatima, il 13 ottobre 1951.
Da allora la statua della Madonna apparsa ai tre pastorelli il 13 maggio 1917 cominciò a viaggiare per portare pace e bene. A Genova la statua della Vergine arriverà in elicottero, alle 10 in piazza della Vittoria, dove ad attenderla ci saranno moltissimi fedeli, che già alle 8 avranno potuto partecipare alla prima Messa. Poi la processione in direzione della Chiesa parrocchiale e alle 11 la Messa solenne. Nel pomeriggio alle 15.30 adorazione eucaristica e alle 16.30 la Messa sarà animata dagli immigrati di lingue diverse. Alle 17.30 ci sarà il Rosario meditato e alle 18.30 e alle 21 le consuete Messe festive. La statua resterà per i fedeli nella chiesa di Santa Zita fino al 16 maggio, e durante l’intero periodo saranno organizzate diverse iniziative anche grazie all’impegno dei fedeli della Confraternita di Santa Zita. Domani sarà la giornata di preghiera per i defunti della comunità parrocchiale, martedì si svolgeranno iniziative di preghiera per i giovani, mercoledì per i gruppi associativi di apostolato laici.
Giovedì 13 maggio, giornata che segna l’anniversario dell’apparizione la giornata sarà dedicata alla preghiera per i bambini, con la benedizione degli ultimi battezzati. Venerdì la preghiera sarà rivolta alla Madonna chiedendo l’intercessione per le vocazioni religiose e sacerdotali, sabato prossimo alle 16 la Messa sarà dedicata all’unzione degli infermi e alla consacrazione delle sofferenze al cuore immacolato di Maria. In serata alle 21.30 si terrà una processione della statua per le vie della parrocchia. Domenica 16 la statua ripartirà: i fedeli la saluteranno in piazza Paolo Da Novi.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti