Maltempo Frana sulla Milano-Asso, ma rientra l’allarme

È stato interrotto dal primo pomeriggio di ieri un tratto della linea delle Ferrovie Nord Milano-Asso, tra Erba ed Asso, per uno smottamento del terreno, causato dal maltempo, nei pressi della galleria di Caslino al Piano nel comasco. Nessun treno è rimasto coinvolto.
L’allarme per rischio idrogeologico-idraulico, temporali e forte vento è stato però revocato. Nella tarda serata di mercoledì si sono esaurite le precipitazioni intense collegate al sistema perturbato in atto da due giorni sulla Lombardia. I maggiori accumuli (60-90 millimetri) si sono registrati nelle province di Milano, Pavia, Brescia e Bergamo. Lo comunica il report della Sala operativa della Protezione civile della Regione, la cui attività è coordinata dall’assessore Romano La Russa. Ieri si è riscontrata una debole instabilità con precipitazioni deboli sparse, anche a carattere di rovescio su Prealpi e Pianura Occidentale. Per oggi si prevede variabilità con possibilità di pioggia molto deboli ma senza fenomeni di rilievo. È quindi revocata con effetto immediato la criticità per rischio idrogeologico-idraulico, temporali e forte vento.
I livelli idrometrici sui corsi d’acqua lombardi nelle ultime ore non hanno destato preoccupazione, ad eccezione di esondazioni localizzate del reticolo idrico minore. Per le prossime ore non sono previste variazioni significative rispetto alle condizioni attuali. I laghi si mantengono per il momento al di sotto delle soglie di prima esondazione, con maggior attenzione per il lago Maggiore e il lago di Como. Soggetto a monitoraggio costante il fiume Oglio, il cui livello idrometrico, attualmente in prossimità delle prime soglie di esondazione, risulta in leggera salita.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti