Maratona di Milano In gara otto ragazzi detenuti al Beccaria

Otto detenuti nel carcere minorile Beccaria parteciperanno alla Maratona di Milano il prossimo 11 aprile. L’iniziativa voluta dall’istituto di pena in collaborazione con la fondazione Laureus, onlus impegnata nel disagio giovanile e dal centro Marathon di Brescia che seguirà la preparazione, è unica in Italia. Come ha spiegato il direttore del carcere, Sandro Marilotti «I ragazzi selezionati hanno dovuto ottenere un permesso dal giudice di sorveglianza e sono stati individuati tra coloro che già praticano sport. Nel nostro istituto lo sport è una delle attività preminenti, ovviamente dopo la scuola». I ragazzi si alleneranno, sotto la guida del dottor Gabriele Rosa: «L’obbiettivo non è vincere - ha spiegato- ma far capire a questi giovani che sono in grado di fare anche cose diverse da quelle che li hanno portati qui dentro». Non saranno soli in gara ma affiancati da tutori. «Più che tutori direi angeli custodi- spiega Silvana de Giovanni, presidente di Laureus- Corridori, appassionati che condivideranno emozioni e fatica...». Ma anche campioni. Da l’ex azzurro di volley Andrea Zorzi, al canoista Antonio Rossi al più volte iridato di motociclismo Giacomo Agostini.

http://blog.ilgiornale.it/ruzzo/
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.