Il marito migliore? Scandinavo

I migliori mariti? Quelli norvegesi e svedesi, alias quelli che danno una mano. Lo rivela uno studio pubblicato sul Journal of Population Economics. E le donne che vivono dove il tasso di egalitarismo fra i due sessi è maggiore - e l'uomo aiuta in casa - sono più propense a sposarsi

Il marito migliore? Scandinavo

Londra - Marito perfetto cercasi. Che metta al bando le pantofole, aiuti nei lavori domestici, cucini, lavi, stiri. Insomma, che sia presente e collaborativo. A stilare la classifica dei migliori coniugi di sesso maschile ci ha provato l’economista Almudena Sevilla-Sanz dell’università di Oxford, che ha svolto una ricerca per vedere se nelle nazioni sviluppate i tassi di matrimonio e convivenza siano o meno correlati con l’attitudine degli uomini a dare una mano alle donne in casa.

Nord europei in testa, più collaborativi Sul podio i nordici, svedesi e norvegesi in testa, che sono i migliori mariti del mondo perché aiutano in casa con lavori domestici e figli. Gli australiani invece, amanti dello sport e della birra sono i peggiori. Secondo lo studio pubblicato sul Journal of Population Economics, le donne che vivono in paesi con un tasso di egalitarismo maggiore fra i due sessi sono più propense a sposarsi o a convivere.

Lo studio La ricerca si è basata su 13.500 interviste a uomini e donne tra i 20 e i 45 anni in 12 Paesi con domande sui lavori domestici e la cura dei bambini. Norvegia e Svezia si sono piazzate al top dell’indice di egalitarismo, seguite dalla Gran Bretagna e dagli Usa, cosa che ha fatto dei loro uomini i mariti più gettonati. In coda restano il Giappone e la Germania. Chiude l’Austria, ultima. Nelle indagini e nella classifica non si fa cenno all’Italia: prevedendo il tasso di legame alla famiglia da parte del sesso forte, e soprattutto le predisposizioni domestiche dell’italiano medio, il punto di approdo dello studio sarebbe stato più che prevedibile.

Commenti