Massa, occhio sinistro ok "A casa tra 10 giorni"

Aumentano le speranze di recupero totale per il pilota brasiliano. Il suo medico, Altman: "Ha aperto l'occhio sinistro e ci vede. Non ci sono danni apparenti". Tra 10 giorni potrà lasciare la struttura ungherese

Massa, occhio sinistro ok 
"A casa tra 10 giorni"

Budapest - L'occhio sinistro è a posto. Il medico personale di Massa, e responsabile medico del GP del Brasile, Dino Altman, a Budapest per stare vicino al pilota e per dargli assistenza, ha detto ai giornalisti che "Felipe ha aperto l’occhio sinistro e ci vede". Insomma, al primo ma importantissimo esame sulle condizioni dell’occhio e della vista, il responso è stato molto buono. "Non ci sono - ha detto Altman - danni apparenti. L’occhio è morfologicamente sano". È chiaro che occorreranno esami approfonditi per escludere che ci siano lesioni ai nervi dell’occhio, come ieri aveva ipotizzato il neurochirurgo ungherese Robert Veres a causa della forte botta riportata dall’orbita sinistra, con la lesione ossea che è stata ridotta chirurgicamente per evitare che una scheggia del cranio potesse creare danni al cervello.

A casa in 10 giorni Massa potrebbe essere dimesso tra una decina di giorni: lo ha detto Peter Bazso, direttore sanitario dell’ospedale Aek di Budapest. In una intervista alla televisione pubblica ungherese M1, Bazso ha detto che Massa "si sta riprendendo bene e tra 10 giorni potrebbe lasciare l’ospedale. La mia speranza - ha aggiunto - è che possa lasciare l’ospedale presto. Se il suo recupero prosegue a questo ritmo, potrebbe essere dimesso tra dieci giorni". Bazso ha confermato che il pilota "è sempre più sveglio, parla con gli amici ed i familiari e quanto prima potrà cominciare la riabilitazione. Vorrei sottolineare - ha poi anche aggiunto il medico - che anche se il paziente è in netto miglioramento, la vicenda non si chiude qui, è ancora in una condizione di pericolo vita: ovviamente, il rischio diminuisce di giorno in giorno".

Oggi altra Tac Notte tranquilla per Felipe Massa e progressivi e netti segni di miglioramento delle condizioni di salute. Lo ha confermato la Ferrari. La casa di Maranello ha anche precisato che oggi ci sarà un’ulteriore Tac cerebrale sul pilota brasiliano. Le conseguenze del trauma cranico e della frattura dell’arcata sovraorbitale sinistra non sono più preoccupanti e Massa sta sempre meglio, anche secondo un portavoce del ministero della difesa ungherese.

Il risveglio "Ma che ci faccio qui in ospedale?". Queste le prime parole di Felipe Massa, ieri sera al suo risveglio nel letto d’ospedale dove è ricoverato dopo l’incidente nelle qualifiche del Gp d’Ungheria. Il pilota della Ferrari è uscito dallo stato di sedazione e ha parlato con i familiari nell’ospedale della capitale ungherese dove è ricoverato. Al medico che gli era vicino al momento del risveglio, Massa ha mostrato sorpresa: "Cosa è successo? Perché sono qui?" le sue prime parole, a testimonianza del fatto che non ricorda nulla dell’incidente.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti