Meteo e clima

Meteo, arriva il peggio: cosa succede in queste ore

Arriva l'ondata di maltempo: la potenza del ciclone Thor si sta per abbattere sul Paese. Occhi puntati sulla Campania: rischio nubifragio. Ecco le zone più colpite

Meteo, arriva il peggio: cosa succede in queste ore

La potenza del ciclone Thor si abbatterà su molte regioni dell’Italia nelle prossime ore. Il peggio deve ancora venire, quindi. Come assicurano i meteorologi de ilMeteo.it, il martedì che è appena iniziato sarà "piuttosto turbolento, ricco di pioggia e neve in un contesto tra l'altro sempre più freddo e ventoso". L’attenzione è particolarmente rivolta all’occhio del ciclone Thor, che in questo momento si troverebbe in Francia, e precisamente al largo della Costa Azzurra. Nelle prossime ore sposterà però il suo baricentro verso il mare di Liguria. Attualmente sta già provocando piogge sparse in Sardegna, sul Levante ligure, in Toscana, in Umbria e anche nel Lazio. Sul resto della Penisola il tempo è più tranquillo, a parte piovasco a ridosso della Calabria tirrenica.

La situazione nelle prossime ore

Ma la situazione andrà peggiorando con il trascorrere delle ore, quando una fase severa di maltempo interesserà l'area del versante tirrenico, nella quale resterà fino alla tarda serata di oggi. Toscana, Umbria, Campania e i settori centro-occidentali della Sardegna saranno tenuti sotto osservazione dagli esperti. In particolare sarà la Campania a essere maggiormente controllata: tra il pomeriggio e la sera potranno infatti verificarsi piogge molto abbondanti, anche sotto forma di nubifragio. Non si escludono possibili grandinate. Anche la neve farà la sua comparsa, quando potrà cadere, anche in modo copioso, sotto forma di bufera, a partire dai 1200/1300 metri di quota. Dando uno sguardo alle regioni più a Nord, "il maltempo sarà meno violento, ma ci sarà spazio per belle nevicate sui rilievi alpini e localmente anche a quote molto basse, specie in Lombardia e sull'Emilia occidentale dove i fiocchi bianchi potrebbero addirittura fare la loro comparsa verso la pianura".

Per la giornata di martedì 17 gennaio sono attesi abbondanti accumuli di precipitazioni nelle aree interne della Campania, dove si potranno cumulare addirittura fino a 150 mm di pioggia. L’Italia sarà attraversata anche da forti venti di Libeccio che si attiveranno proprio a causa del ciclone Thor. A essere sferzato da intense raffiche sarà in particolare il versante tirrenico dove si attendono mareggiate. Situazione che non migliorerà nei prossimi giorni, visto che "il freddo ciclone Thor resterà a spasso per l'Italia mantenendo di fatto tutto il Paese sotto un contesto prettamente invernale, almeno fino al prossimo weekend", fanno sapere i meteorologi.

Allerta meteo: ecco dove

Sulla base delle previsioni al momento disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte, alle quali spetta il compito di attivare i sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello che era stato diffuso ieri. I fenomeni meteo potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, all'interno del bollettino nazionale di criticità e di allerta che è consultabile sul sito del Dipartimento. Per martedì 17 gennaio è allerta arancione in Campania, Calabria nord-occidentale, buona parte del Molise e Basilicata sud-occidentale. Allerta gialla su Toscana, Umbria, Lazio, Sardegna occidentale, e settori di Calabria, Abruzzo, Basilicata, Marche, Molise e Puglia.

Commenti