Meteo e clima

Una "Rodanata perfetta" porterà la neve a bassa quota: ecco dove

Forte maltempo con temporali e neve a bassissima quota: meteo in peggioramento a causa di un vortice di bassa pressione in formazione sul Mar Ligure e una configurazione piuttosto particolare

Una "Rodanata perfetta" porterà la neve a bassa quota: ecco dove

Ascolta ora: "Una "Rodanata perfetta" porterà la neve a bassa quota: ecco dove"

Una "Rodanata perfetta" porterà la neve a bassa quota: ecco dove

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Ormai da alcuni giorni l'Italia e in maniera più ampia gran parte d'Europa è sotto il tiro di correnti fredde artiche che continuano a scendere verso sud senza sosta. L'anticipo estivo delle scorse settimane è ormai un ricordo: Alpi e Appennini sono imbiancati anche a quote basse ma il clou dell'aria gelida arriverà nelle prossime ore con la formazione di un vortice di bassa pressione da manuale che se fosse capitato in pieno inverno avrebbe senz'altro fatto cadere la neve anche in zone costiere e pianeggianti. Le condizioni meteo, quindi, si manterranno ancora instabili per alcuni giorni e le temperature ben al di sotto delle medie di questo periodo.

Perché si chiama "Rodanata"

Il satellite mostra chiaramente un "corridoio" di correnti settentrionali che si tuffano sul Mediterraneo compromettendo le condizioni atmosferiche sull'Italia. Per la protezione offerta dalle Alpi, quando arriva il gelo da nord deve aggirare la barriera delle montagne "entrando" o da est (Porta della Bora) o da ovest (Valle del Rodano). "Questa volta accadrà qualcosa di diverso, tipico delle perturbazioni stile anni '90", spiega Marco Castelli, meteorologo de Ilmeteo.it. L'aria fredda con un nocciolo di -32°C a 5.500 metri di quota provocherà "la formazione di un minimo di bassa pressione tra la Costa Azzurra, il Mar di Corsica ed il Golfo Ligure che in gergo meteo viene denominata con l'espressione inglese 'Genova Low' ovvero la bassa pressione di Genova", aggiunge l'esperto.

La quota neve

Quando si formano queste aree di bassa pressione il maltempo è pressoché uniforme sul Nord Italia. Stavolta, però, il nucleo gelido riuscirà a risucchiare anche una parte dell'aria fredda in entrata da est, dalla Porta della Bora, risalendo tutta la Pianura Padana fino al Piemonte "favorendo la cosiddetta 'Rodanata Perfetta' portatrice di piogge copiose, temporali ma anche la neve, addirittura fino a quote bassissime o in pianura su qualche regione". In questo modo il vortice che si formerà sul Mar Ligure sarà alimentato da est e ovest, condizione perfetta per provocoare nevicate anche a 5-600 metri specialmente sull'area delle Langhe, sul Cuneese e sulle colline della Riviera di Ponente.

Cosa accadrà alle temperature

Se il clou dell'aria fredda e dei fenomeni nevosi interesseranno le aree appena menzionate, il maltempo con tanta altra neve si farà sentire anche sulle altre regioni settentrionali con temporali, acquazzoni e la dama bianca che cadrà a partire dai 7-800 metri. "Le temperature massime si manterranno abbondantemente sotto la media del periodo con valori che faticheranno a raggiungere la soglia dei 10°C", aggiunge Castelli.

Tanta pioggia e neve sulle Alpi per la giornata di lunedì 22 aprile, meteo migliore al Centro-Sud ma sarà un'attesa perché martedì e mercoledì sarà il turno delle regioni centro-meridionali ricevere piogge, temporali e grandinate con un nuovo calo termico.

QUI TUTTE LE PREVISIONI

Commenti