Scienze e Tecnologia

Microsoft-Yahoo: c'è l'intesa E' partita la sfida a Google

Yahoo! utilizzerà la tecnologia di Bing, il nuovo motore di ricerca di Microsoft, e gestirà la raccolta pubblicitaria che sarà condivisa

Microsoft-Yahoo: c'è l'intesa 
E' partita la sfida a Google

New York - Va avanti la battaglia sui motori di ricerca. Microsoft e Yahoo! annunciano di aver trovato un accordo di collaborazione. La mossa, ovviamente, è una una sfida al leader indiscusso del mercato, Google. Assieme Microsoft e Yahoo! controllano circa il 28% del mercato Usa dei motori di ricerca contro il 65% di Google.

Tecnologia Microsoft In base all’accordo Yahoo! utilizzerà la tecnologia di Bing, il nuovo motore di ricerca di Microsoft, e sempre Yahoo! gestirà la raccolta pubblicitaria che sarà condivisa dalle due aziende per i motori di ricerca. Inoltre Yahoo! pensa che grazie a questa operazione guadagnerà 500 milioni di dollari di utili operativi annuali e risparmierà 200 milioni di dollari di spese capitali.

L'ad Yahoo soddisfatto "E' un accordo che porta valore a Yahoo!, al settore e ai nostri clienti, e credo ponga le basi per una nuova era di innovazione e di sviluppo su internet" afferma in una nota l’amministratore delegato di Yahoo!, Carol Bartz. Yahoo! stima che l’accordo fornirà 500 milioni di utile operativo annuo e 200 milioni di risparmi in spese capitale. L’accordo, spiegano le due società in una nota, avrà una durata decennale e dovrà ricevere il via libera dell’autorità antitrust. "Attraverso questo accordo con Yahoo!, creeremo maggiore innovazione nella ricerca e maggiore scelta per i consumatori in un mercato dominato da una sola società" spiega l’amministratore delegato di Microsoft Steve Ballmer. 

Il tentativo di acquisto L’intesa mette fine a una lunga e contrastata scalata, durata 18 mesi, che ha visto Microsoft lanciare una mega-offerta d’acquisto da 45 miliardi di dollari, poi ritoccata fino a 47,5 miliardi di dollari, tutte respinte da Yahoo, la quale ha anche cercato di allearsi con Google, senza però riuscirci. La nuova intesa punta a mettere insieme i motori di ricerca e la pubblicità online dei due gruppi. Secondo quanto si apprende Microsoft non pagherà tariffe anticipate a Yahoo e le due società si divideranno le entrate della pubblicità destinata al motore di ricerca.

Commenti