Milan-Siena sfida a senso unico, ma i toscani sono in credito con San Siro

il Milan insegue l'Inter ospitando domani il Siena nella prima di ritorno. I precedenti sono a favore dei rossoneri che in casa hanno vinto 5 delle 6 partite finora giocate, con un solo pari a favore dei toscani. Ma otto giorni fa su questo campo i bianconeri hanno fatto tremare l'Inter

Milan-Siena, un testacoda al centro della domenica calcistica, la partita più importante per i quartieri alti della classifica dopo l'anticipo tra Bari e Inter. Si gioca a San Siro, dove appena otto giorni fa il Siena ha sfiorato il miracolo contro l'Inter, e oggi i bianconeri vorranno probabilmente riprendersi quello che la sfortuna gli ha tolto contro la squadra di Mourinho.
Milan-Siena è una sfida giovane, i precedenti sono solo tredici, dal 2003 (anno della prima storica promozione dei toscani in serie A) ad oggi: 10 in tutto le vittorie rossonere, 2 i pareggi, uno il successo senese. A San Siro, in particolare, il Siena ha strappato un solo punto su 6 esibizioni.
L'ultimo confronto tra le due squadre a Milano è del 29 ottobre 2008 ed è finito 2-1 per i rossoneri di Ancelotti. Gol di Inzaghi, pareggio di Vergassola, rete decisiva di Kakà su rigore. Milan in campo con Abbiati, Antonini, Bonera, Favalli, Zambrotta, Gattuso, Emerson (Ambrosini), Seedorf, kakà, pato, Inzaghi (Shevchenko). Il Siena di Giampaolo schierava invece Manitta, Zuniga (A.Rossi), Rossettini, Portanova, Del Grosso, Vergassola, Codrea, Jarolim (Galloppa), Kharja, Frick (Maccarone), Ghezzal.
L'unico pareggio del Siena in casa del Milan è del 1° ottobre 2006 e finì 0-0. Rossoneri di Ancelotti in campo con Dida, Cafu (Ambrosini), Nesta, Kaladze, Favalli (jankulovski), Gattuso, Pirlo, Seedorf (Oliveira), kakà, Inzaghi, Gilardino. Il Siena di Beretta risponde con Manninger, Bertotto, gastaldello, Rinaudo, Molinaro, Konko, D'Aversa (Brevi), Vergassola, Candela (Antonini), Locatelli (Bogdani) e Frik.
La vittoria più netta del Milan a San Siro sul Siena è un 3-1 del 10 settembre 2005 firmato da Ambrosini, Shevchenko e Kakà contro la rete bianconera di Tudor. All'andata di quest'anno invece i rossoneri si sono imposti 2-1 a Siena con una doppietta di Kakà, il grande assente di oggi, e la rete toscana di Ghezzal. E fu l'esordio da allenatore in serie A