Aler, via libera alla nomina dei commissari

La commissione Territorio della Regione Lombardia ha approvato a maggioranza il progetto di legge per il commissariamento dei tredici cda delle Aler. Il testo è stato approvato con i voti di Pdl, Lega Nord, Maroni Presidente e con l'astensione di Pd, Patto Civico per Ambrosoli e M5S. Il progetto di legge prevede che la Giunta nomini i commissari straordinari che esercitano i compiti del presidente e del consiglio di amministrazione delle Aler, assumendone la legale rappresentanza. I commissari resteranno in carica fino alla costituzione dei nuovi organi, dopo l approvazione della legge regionale di riforma complessiva delle Aler, e comunque non oltre il 31 dicembre 2013. Uno dei punti che hanno determinato l'astensione dei gruppi di opposizione è stato l'eliminazione del requisito del diploma di laurea per i commissari.
Soddisfatto il consigliere Pdl Fabio Altitonante, promotore della mozione sulla riforma delle Aler. «Si eviterà, così - sottolinea -, di procedere con 65 nuove nomine solo per i cda, con un risparmio, per questi ultimi, di circa 2 milioni e mezzo di euro all'anno». Adesso, conclude Altitonante, «dobbiamo rinnovare un sistema che non rispecchia più la realtà della Lombardia. Per fare un esempio, è impensabile che la normativa si concentri ancora solo sui nuclei familiari numerosi, senza tutelare giovani coppie, anziani, lavoratori precari o padri separati».

Commenti