All'asilo coi figli i giovani genitori in cerca di lavoro

Mamme pronte al reintegro dopo la maternità, giovani imprenditori in erba che cercano di far decollare la loro idea, nonni in carriera, magari grazie al telelavoro. Categorie di lavoratori accomunati dall'essere genitori di bimbi dai tre ai trentasei mesi e che non possono occuparsi a tempo pieno dei loro figli. L'associazione Spaziopensiero ha dedicato a loro una sala, a fianco all'Asilo Bianco di via Rogoredo 21. Una vera e propria postazione di co-lavoro calibrata sulle necessità della zona. «L'idea ci è venuta dalle abitudini dei genitori dell'altro asilo che gestiamo in via Calatafimi, “Piccoli e grandi” -ha detto il coordinatore di Spaziopensiero, Stefano Fragonese- dove ci è hanno chiesto una postazione internet per aspettare l'orario di chiusura del nido». Il progetto si chiama «Scala F» e avrà una sua vetrina alla Fiera della Cooperazione del campo sportivo di Rogoredo, il prossimo 29 settembre. La postazione di co-lavoro sarà gestita dalla rete Cowo, proprietaria di un altro centinaio di spazi in tutta Italia. La Cowo fa sapere di aver concepito questi spazi secondo tre concetti: co-working, co-nursing, co-thinking. Cooperazione nel lavoro, nell'assistenza e nel pensiero, tre parole che definiscono bene le persone e il contesto cui il progetto di via Rogoredo è dedicato.AndrAuf

Commenti

Grazie per il tuo commento