Scuola a distanza, Sala si oppone. Azzolina sta con i sindaci

Il sindaco di Milano, Beppe Sala, boccia l'ordinanza di Fontana: "No alla sola didattica a distanza ". Azzolina: "Serve altra soluzione"

La didattica solamente a distanza per le scuole superiori "in questo momento non ha senso". Ne è convinto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. E intervenuto a Rtl 102.5 boccia senza mezzi termini l’ordinanza di ieri della Regione Lombardia. Almeno sulla questione scuola. Il provvedimento prevede da luned' 26 ottobre lo stop alle lezioni in presenza per contenere l'epidemia di coronavirus. Ma i primi cittadini lombardi non ci stanno.

L'alt di Sala sulla scuola: "No alla sola dad per le superiori"

Per il sindaco di Milano bisognerebbe alternare didattica a distanza e presenza nelle scuole superiori. Insomma, la strada chiusura tracciata dall'ordinanza del 21 ottobre andrebbe proprio scongiurata. "I ragazzi hanno il diritto di stare a scuola, con buon senso, perché un po’ di alternanza ci sta. Sono totalmente contrario alla sola didattica a distanza per le superiori. Ci opporremo. Abbiamo appena aperto le scuole, non ha senso richiuderle. Non adesso", ha tuonato Beppe Sala durante Non stop news su Rtl 102.5. E per l'incontro video alle 13 fra i sindaci della Lombardia e il presidente Fontana annuncia battaglia. "Noi ci opporremo e spero che lo modifichi e che prevalga il buon senso. Così non va bene".

Sala ha poi auspicato che la condivisione delle decisioni inaugurata a livello locale si estenda anche al rapporto con il governo. E non risparmia di bacchettare lo scaricabarile contenuto nell'ultimo Dpcm. "Io rispetto molto il presidente del Consiglio, ma l’idea improvvisata di scaricare sui sindaci la chiusura di piazze e di vie senza che noi sindaci sapessimo niente è sbagliato. Non tanto perché si dà la responsabilità ai sindaci, ma perché queste misure vanno verificate con chi sta sul territorio. In questo momento servono nervi saldi, ma prima di tutto bisogna pesare parola per parola e condividere tutto", ha chiosato, secco.

Il giallo sull'ordinanza, Anci: "La dad non era stata concordata"

La misura della didattica a distanza alle superiori, prevista nella nuova ordinanza della Regione, oltre al primo cittadino di Milano non convince anche gli altri sindaci della Lombardia. E la resa dei conti tra il governatore Attilio Fontana e le autorità locali è prevista oggi giovedì 22 ottobre alle 13. Nell'incontro in videoconferenza si cercherà il compromesso tra le due posizioni. La linea condivisa dai sindaci insiste sull'alternanza tra didattica a distanza e presenza nelle scuole.

Eppure l'ordinanza era stata condivisa e firmata anche dai sindaci. "Il documento finale è uscito un po' in velocità, noi sindaci l'abbiamo visto ma eravamo concentrati sul tema del cosiddetto coprifuoco, questa cosa magari ci è scappata e da quando ce ne siamo accorti ci stiamo opponendo tutti", ammette Sala a Rtl 102.5. Più duro, invece, il presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra che difende la mobilitazione dei primi cittadini dei 12 Comuni capoluogo della Lombardia: "Il motivo? Quella parte non era stata concordata".

La ministra Azzolina si schiera con i sindaci

Sulla questione che divide Regione Lombardia e i sindaci dei 12 capoluoghi interviene anche la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina con una lettera a Fontana: "In una fase così complessa per la Nazione, desidero invitarla a lavorare insieme a tutte le istituzioni coinvolte, per trovare soluzioni differenti da quella adottata, nel rispetto del diritto alla salute dei cittadini e del diritto allo studio dei nostri studenti e delle nostre studentesse". La ministra ricorda che "il Dpcm del 18 ottobre 2020 ha previsto indicazioni molto chiare per la gestione delle misure da adottare con riferimento alle istituzioni scolastiche, prevedendo in primo luogo la prosecuzione, in ogni caso, in presenza, delle attività didattiche ed educative della scuola dell'infanzia e del primo ciclo di istruzione".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/10/2020 - 12:30

Vedo che le conraddizioni sono molte anche a sinistra.

glasnost

Gio, 22/10/2020 - 12:38

Ma costui non era quello di "Milano non si ferma" e degli aperitivi "antifascisti" in P.Sarpi???? Mah!

barbarablu

Gio, 22/10/2020 - 12:56

se avesse fatto qualcosa per i trasporti di milano i ragazzi potrebbero andare a scuola! dai tempi di milano non si ferma e gli ape sui navigli non ha imparato nulla... non sarebbe necessaria la dad in blocco se avesse fatto il suo lavoro e organizzato meglio i trasporti a bs (tra l'altro sindaco pd) si sono organizzati con l'alternanza dad/presenza per le superiori da subito!

silvano45

Gio, 22/10/2020 - 13:07

Questo signore è quello di "milano non si ferma" e molte altre uscite brillanti.Tipico di inutile e sinistroide politico dire e fare sempre e tutto contro chi non è di sinistra a prescindere.Cosa ha fatto lui in questi mesi per migliorare la situazione?

jaguar

Gio, 22/10/2020 - 13:10

In questo caso Sala ha ragione, grossa stupidaggine la didattica a distanza per le superiori, i ragazzi non imparano nulla.

Nes

Gio, 22/10/2020 - 13:41

Gli affollamenti delle persone su i mezzi pubblici a Milano sono stati cento volte più gravi degli assembramenti sul naviglio e tutto questo si é verificato con l'aperture delle scuole, trovi la soluzione, oppure dica qual'è la giusta causa di queste intensificazioni di infettati... e poi potrà fare quello che vuole...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 22/10/2020 - 13:44

@jaguar: mi illustri egregio signore, dopo il trattamento che la scuola ha subito dai sinistri, cosa imparano i ragazzi a scuola?? A fare i terroristi, a frequentare i centri sociali a cercare di non lavorare e pretendere il 6 od il 18 politico. Purtroppo per loro, Sala racconta quel che gli dice il partito e non quello che è meglio per i giovani. Anche se avesse ragione è solo fiato di parte e mai oggettivo. In questo periodo siao governati dai sessantottini ed i risultati si vedono. Che squallore.

cgf

Gio, 22/10/2020 - 13:46

non l'ha decisa lui… poi vuoi mettere quante multe in meno potranno fare? Mezzi pubblici vuoti, circoleranno in perdita. Quelli delle superiori si abituino per l'Uni, mica speri d'imparare solo frequentando

ANPOWER

Gio, 22/10/2020 - 13:50

Mi chiedo come sia possibile che non si comprenda che le scuole (oltre ai mezzi pubblici) sono il primo veicolo per portare il virus in famiglia. Generalmente bambini e studenti non hanno sintomi e la frittata è fatta ! Non comprendo come la Ministra si ostini su questa faccenda della presenza ! molto meglio un lockdown di 2-4 settimane e ripartire ! Il tutto è cominciato da poco proprio a poche settimane dall'apertura scuole ! Saluti ed auguri

frabelli1

Gio, 22/10/2020 - 14:01

Caro sindaco #involtinoPrimavera, il problema non sono i ragazzi nelle classi ma sui traporti pubblici per recarsi a scuola. Questi sono sempre pieni e la famosa “distanza sociale” o asociale, perché la distanza è asociale, quindi di sicurezza, non può essere mantenuta, nonostante la mascherina vega indossata. Quindi, o si fanno aperture differenziate, ma qui i professori dovrebbero essere impegnati il doppio del tempo, oppure si aumentano i mezzi pubblici, con un aumento del personale dell’ATM e di altre aziende metropolitane È in grado Lei, di attivare una di queste misure? Perché andare sempre contro Fontana, che è avverso al suo partitino miope e cialtrone, beh non le fa fare una ella figura, un po’ come quello dell’aperitivo o “Milano non si ferma” o #involtino primavera abbracciando una persa in un ristorante cinese.

Albius50

Gio, 22/10/2020 - 14:02

Quando il PRESDIENTE DEL CONSOGLIO aveva deciso di responsabilizzare i SINDACI, tutti sul piede di guerra appena tolto quello che comunque dovrebbe essere giusto, ora sparare a zero contro i GOVERNATORI, personalmente questo signore deve capire che prima degli ingressi in classe ci sono un sacco di ragazzi che senza mascherina si trasmettono il COVID, inoltre ho visto una discesa dall'autobus 49 strapieno di studenti x andare a scuola.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 22/10/2020 - 14:12

Ma certo l'altra soluzione, sarebbe che l'Azzolina si dimettesse da ministro incompetente, insieme al suo socio Arcuri, e facesse domanda per essere assunta in Campidoglio. Li si che sarebbe utile, infatti è dal 390 A.C. che cercano sostitute. Lei senza dubbio vincerebbe il concorso per prima starnazzante.

Absolutely

Gio, 22/10/2020 - 14:15

Ma cosa abbiamo fatto di male, oltre ad aver votato 5S, per avere una persona così incompetente in un ruolo istituzionale così importante?

cgf

Gio, 22/10/2020 - 14:22

Perché non permette la pubblicazione delle sue sessioni di esame prima di dire ad altri cosa è meglio

cgf

Gio, 22/10/2020 - 14:23

la ministrA si assuma le responsabilità di Fontana e FORSE forse

morello

Gio, 22/10/2020 - 14:27

Sala e i sindaci che si oppongono alla DAD mettano a disposizione i mezzi di trasporto per gli studenti garantendo una capienza non superiore al 50% !!

carpa1

Gio, 22/10/2020 - 14:28

Anna 17. Meglio specificare "facesse domanda per essere assunta ... NEL CORPO DI GUARDIA ... del Campidoglio" perchè ci sono molti ignoranti in giro che non conoscono la storia delle "oche" del Campidoglio. Rimarrebbe comunque il problema di dove piazzare il commissario visto che i posti per incompetenti, inutili e dannosi "magna pan a tradiment" sono esauriti.

steluc

Gio, 22/10/2020 - 14:42

DeLuca chiude tutte le scuole, a parte gli asili, va tutto bene, Fontana chiude le superiori, si scatena l’inferno, due pesi e due misure anche nelle pandemie. Dopo non aver combinato una cippa sui trasporti

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 22/10/2020 - 14:54

quando vedo questa persona, ogni volta ho la netta sensazione che non sappia nemmeno dove vive !!!!!

jaguar

Gio, 22/10/2020 - 15:10

E con i banchi a rotelle cosa ci fanno, le corse in tangenziale?

pasquino38

Gio, 22/10/2020 - 16:06

anna 17 & carpa1: Per l'amor di Dio!! Noi Romani abbiamo già la Raggi che basta e avanza!!!!

Ritratto di DVX70

DVX70

Gio, 22/10/2020 - 16:42

Sbaglio o erano proprio i 5* che un tempo esigevano la massima trasparenza sugli atti pubblici ?

mediarad

Gio, 22/10/2020 - 17:29

Sono molto sorpreso dalla posizione della Ministra dell'Istruzione. Il suo Ministero, unitamente ai Ministeri della Sanità e dei Trasporti, non sono stati in grado di collaborare e organizzarsi per permettere che la scuola in presenza fosse praticabile nonostante l'arrivo della famosa 'seconda ondata' [di cui già si parlava a Maggio u.s.]. A mio avviso sarebbe stato determinante raccomandare alle Regioni e ai Comuni di differenziare i trasporti pubblici da quelli degli alunni, impostando una organizzazione 'a zone' nei centri abitati superiori ai 5000 abitanti, con bus (anche e soprattutto privati) che partivano da punti prestabiliti (nei quali tutti gli studenti di scuole della 'zona' si dovevano trovare, se non praticabile raggiungere la scuola a piedi) e servivano tutte le istituzioni scolastiche della 'zona.

Nes

Gio, 22/10/2020 - 17:52

Se si vuole salvare in parte l'anno scolastico, a mio avviso gli studenti dovrebbero frequentare una metà di quelli previsti al giorno, con due turni uno di mattina e uno di pomeriggio, con inizio delle lezione in orari di meno afflusso di viaggianti. Non effettuerai l'intero anno scolastico ma almeno lo salvi più della metà. I banchi a rotelle servono solo per infettarsi più del solitto.

edoardo11

Gio, 22/10/2020 - 18:11

Azzolina ha capito che Fontana ha richiesto la scuola a distanza per alleggerire la mobilità? Chieda al sindaco perchè è stato fatto poco per aumentare la possibilità di spostamenti con mezzi pubblici.Forse dovevamo spostarci con i banchi con le rotelle?

oracolodidelfo

Gio, 22/10/2020 - 18:15

In altro articolo leggo che Mattarella ha convocato il Consiglio Supremo di Difesa. Anche se si tratta di una convocazione di routine non sfugge che avviene in un momento particolare. Vuoi vedere che il PdR ha sentito il grido di dolore del popolo italiano e quale Garante delle Costituzione, Capo della Magistratura, Capo Supremo delle Forze Armate, ha deciso occupare il Parlamento "manu militari" ed avocare a sè il Governo dell'Italia? Troppo bello per essere vero!

oracolodidelfo

Gio, 22/10/2020 - 18:30

La Azzolina chiede a Fontana di trovare soluzioni differenti a quella adottata? Fossi Fontana chiedere a Conte di trovare un differente Ministro dell'Istruzione! Aggiungo che ancora una volta, non contenti ed immemori dei pericolosi ed irresponsabili assembramenti causati da #milanononsiferma, aperitivoantipanicoCovid19, #bergamoisrunning, i Sindaci Sala, Gori ai quali si è aggiunto DelBono (rigorosamente PD) si sono schierati con la Azzolina e contro Fontana che sta cercando di arginare il contagio con la Dad.....In che mani siamo!

Giorgio5819

Gio, 22/10/2020 - 19:24

Azzolina non sta con nessuno, azzolina STA e basta. I componenti di questo governo hanno un solo obiettivo, STARE.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 23/10/2020 - 12:34

Egregio oracolodidelfo, oppure suggerire di controllare attentamente eventuali proteste dei concittadini esasperati da misure controproducenti ed inumane? Regole di ingaggio alla Bava Beccaris. Unica eccezione per le sacre risorse.

Albius50

Ven, 23/10/2020 - 14:49

A febbraio hanno bevuto l'aperitivo in via Paolo Sarpi ora tutti contro a FONTANA di nuovo ma i morti che ci saranno NON CONTANO NULLA, NEPPURE DI FRONTE ALLA REALTA' CHE DICE CHE SI TRASMETTONO IN FAMIGLIA, E QUESTI RAGAZZONI GIRANO SENZA MASCHERINA E LA METTONO SOLO X ENTRARE IN CLASSE SONO I PRIMI RESPONSABILE DELLA MORTE DEI LORO NONNI.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 26/10/2020 - 16:05

la azzolina ha un solo pregio, e una bella donna, per il resto è meglio tacere!