Aperitivi militarizzati a Milano ma nessun controllo sui mercati degli abusivi

Mentre le vie del centro e della movida sono presidiate da militari e forze dell'ordine, in periferia a Milano è il caos nei mercati, tra assembramenti e poche mascherine

I numeri in crescita dei contagi da coronavirus iniziano a fare paura. L'Italia, fortunatamente, è uno dei Paesi dell'area europa in cui la diffusione è ancora contenuta e benché i nuovi casi quotidiani siano in salita, l'emergenza sanitaria è ancora molto lontana. Gli ospedali sono perfettamente in grado di gestire i ricoveri e le terapie intensive, che salgono ma a un ritmo sostenibile e, quindi, gestibile dalle strutture di zona. Il governo, però, sta man mano inasprendo le misure di contenimento dei contagi da coronavirus e con il dpcm del 7 ottobre ha reso obbligatorie le mascherine in tutti i luoghi all'aperto e al chiuso, che non siano la propria abitazione, e resta saldo il divieto di assembramenti. Per garantire ai cittadini il rispetto di queste norme, sono stati schierati nelle strade più a rischio i militari e le forze dell'ordine con il compito di vigilare e multare i trasgressori. A Milano, le zone della movida sono state ormai militarizzate ma basta spostarsi qualche chilometro più a sud, fuori dalla seconda cerchia di Milano verso Corvetto, per trovare tutta un'altra realtà, come testimoniato da Paolo Guido Bassi, presidente del Municipio 4 di Milano.

Sul suo profilo Facebook, Bassi ha testimoniato la situazione di questa mattina nella zona tra Parco Alessandrini/Viale Puglia, dove si tiene uno dei mercati settimanali più controversi della città di Milano. Al di là della tipologia di mercato in essere, che in più di una occasione è stata oggetto di blitz da parte delle forze dell'ordine, a stridere in questo particolare momento storico è l'assembramento selvaggio tra i banchi degli ambulanti, abusivi, senza che ci siano pattuglie per il controllo come avviene, per esempio, sui Navigli o in Garibaldi/Brera. "Siamo a #Milano, (in teoria) la stessa città dove il sindaco #Sala sostiene di aver incrementato #impegno e #attenzione per la prevenzione del contagio da #COVID19", si legge nel post Facebook di Paolo Guido Bassi, che ha allegato come documento alcune immagini che cristallizzano ancor meglio quanto raccontanto. Non ci sono regole, non ci sono controlli. Al mercato di Viale Puglie sono tutti ammassati uno accanto all'altro e anche le mascherine, da queste parti, sembrano essere opzionali.

"Come fa un milanese a non sentirsi preso per i #fondelli quando vede un agente di Polizia Locale fare le multe nelle strade #fighette degli #aperitivi, se poi un paio di km in periferia si assiste a scene del genere? Vogliamo iniziare a parlare di cose #vere?", incalza Bassi, che punta il dito su una situazione al limite della legge e del degrado appena fuori dal centro più vivo e vivace della città di Milano. Il mercatino di Viale Puglie è una fiera mutietnica che vede schierati con i loro banchi venditori dell'est e africani, che propongono a pochi euro oggetti spesso di dubbia provenienza. Raro, se non impossibile, trovare italiani in questo che viene etichettato come "mercatino delle pulci" ma che non ha niente da spartire, per esempio, con l'iconico mercato di Porta Portese a Roma. "Non c'è nemmeno una pattuglia, li ho chiamati 10 minuti fa e sto aspettando che arrivi qualcuno", si lamenta Paolo Guido Bassi, che nell'arco di pochi minuti ha dovuto rivolgersi in più riprese alla polizia locale locale. "Parte la seconda telefonata alla polizia locale, ben venga siano registrate. Ci dicono ci sia una pattuglia sul retro e una in arrivo. Per ora non si vede nulla. Su viale Puglie boom di abusivi e nessuna divisa in circolazione", denuncia Bassi.

Lo abbiamo raggiunto telefonicamente e ci ha raccontato cos'è successo all'arrivo della polizia locale, da lui sollecitata: "Dopo un po' è arrivata la polizia, abbiamo parlato con un ufficiale ci ha detto che non è stato previsto per oggi nessun tipo di intervento. Anche quelli che sono normalmente previsti, ossia la presenza in forze di un certo tot di pattuglie e di uomini, oggi non c'erano". Il presidente del Municipio 4 di Milano nel suo intervento telefonico esprime "massima solidarietà agli agenti e ai funzionari della polizia locale" e sottolina che la sua "non è una critica nei confronti loro, che stanno facendo il loro lavoro, ma ovviamente di fronte a migliaia di persone assembrate in quella maniera lì è ovvio che ci sia stato un errore". Paolo Guido Bassi ci ha spiegato che c'era un'unica pattuglia questa mattina che girava in zona per questioni di viabilità, nonostante sia noto che in quella parte di Viale Puglie, ogni domenica, si creaino situazioni simili. "Questo posto, ogni santa domenica da anni, riunisce e porta migliaia di persone tra le quali ci sono i venditori abusivi con merce rubata. Chiaramente non sono migliaia di persone ordinate che rispettano il distanziamento. È un caos fortemente immaginabile, di cui si parla da tempo. A mio modo di vedere, ma anche dal punto di vista degli agenti con i quali abbiamo parlato, questa roba qui non doveva essere permessa", ribadisce il presidente.

"Immagina un mercato in cui c'è una piccola parte che è regolare e una parte enorme totalmente abusiva, con centinaia di persone che mettono giù roba proveniente da chissà dove. Questo porta migliaia di persone a cercare questa roba qui e avviene da anni. Davanti a migliaia di persone devi prevedere un tipo di servizio congruo in termini di uomini e mezzi. In un momento nel quale tutti i giornali parlano di stretta, aumento dei contagi e il sindaco manda giustamente i controlli a Corso Como a fare le multe a chi fa l'aperitivo senza rispettare il distanziamento, che senso ha dare 400 euro di multa a loro quando ne lasci duemila ammassati uno sull'altro in un contesto simile?", si chiede Paolo Guido Bassi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Enne58

Dom, 11/10/2020 - 13:08

Solita storia del pensiero unico, noi controllati, loro tutto quello che vogliono. Quando cercherete gli untori rivolgetevi a quelli che possono tutto

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 11/10/2020 - 13:11

Giusto solo gli italiani devono essere controllati e multati. Non vogliamo mica passare per paese fascista no????

DRAGONI

Dom, 11/10/2020 - 13:12

I FOCOLAI IN PERIFERIA SONO UTILIZZATI PER TENERE IN VITA L'ATTUALE STATO DI EMERGENZA.

Giorgio5819

Dom, 11/10/2020 - 13:20

Cultura tipica sinistra.

ITA_Chris

Dom, 11/10/2020 - 13:22

Gli abusivi dovrebbero essere tutelati per legge, quasi santificati

QuasarX

Dom, 11/10/2020 - 13:27

sembra una banlieue parigina oppure una favelas brasiliana...davvero basta votare comunisti adesso basta una volta per tutte...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 11/10/2020 - 13:34

Guida a sinistra. Fotografate anche le imprese dei clandestini.

Giallone

Dom, 11/10/2020 - 13:35

A proposito di Lombardia, perché il Giornale non chiede a galera e al presidente con i soldi in Svizzera quando ci forniranno le vaccinazioni anti influenzali? Se fosse successo il Lazio sarebbe in prima pagina.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 11/10/2020 - 14:00

Ma fatelo a casa vostra caffè ed apertivi in compagnia di amici o parenti.Risparmiate questi soldi che vi serviranno in tempi peggiori. Non continuate a lamentarvi poi che non avete soldi per tirare avanti, basta non essere spreconi prima. Ma cosa è diventata questa società! Va bene una volta ogni tanto, ma tutti i giorni mi sembra eccessivo, oltre le possibilità. Siate formiche e non cicale.

cabass

Dom, 11/10/2020 - 14:02

Se fanno multe a questi qui, sanno benissimo che non incasseranno un centesimo, per cui non ci provano neanche. Bullizzare gli studenti che fanno l’aperitivo, invece, è sicuramente redditizio e non si rischia di prendere coltellate o altro. Ovvio, no?!

istituto

Dom, 11/10/2020 - 14:08

Le risorse invece possono circolare ed ammassarsi sia in periferia che in centro , tanto nessuno le controlla perché hanno tutti paura e poi non vogliono rogne.

ziobeppe1951

Dom, 11/10/2020 - 14:08

Giallone... a proposito di Lazio, che fine hanno fatto i 13 milioni di euro che il buon Zinga ha perso per strada?... magari repubblichella è quello sempre fatto lo sanno.. ma non lo dicono

maurizio-macold

Dom, 11/10/2020 - 14:42

Questo giornale e' bipolare: da un lato urla alla liberta' della persona perfino contro le precauzioni sulla pandemia dall'altro chiede la presenza di militari in ogni dove. Quello che dovrebbe fare, a mio avviso, e' invitare i suoi lettori al buon senso, quindi ad evitare gli assembramenti ed usare quando necessario e richiesto mascherine, guanti, sanificatori e quant'altro. Invece non lo fa.

Giallone

Dom, 11/10/2020 - 15:01

Nonno Beppe... se vuoi parliamo dei 49 milioni, o dei soldi in Svizzera, ma la mia domanda è: perché Gianni e Pinotto (o se preferisci Stanlio e Ollio) non sono riusciti a trovare i vaccini anti influenzali per i lombardi in tempo?

filoforte

Dom, 11/10/2020 - 15:04

Beh non sono mica italiani. Gli stranieri e CLANDESTINI possono fare quello che vogliono

ilbelga

Dom, 11/10/2020 - 15:22

beh, ma è normale no. dopo lo Ius soli daranno il voto al pd, perché per quella volta nessuno, neanche i comunisti li voteranno più.

sarascemo

Dom, 11/10/2020 - 15:41

Il mercato di Viale Puglienon c' entra un beato fico secco con la movida. Si tratta di un' area privata in cui si tiene un mercato dell' usato che neanche i rigattieri di Milano osano frequentare. Si concentrano extra comunitari che dopo aver fatto incetta di vestiario presso le varie associazioni caritatevoli, tentano di rivenderla agli extracomunitari che affollano le case popolari adiacenti. Molti inoltre raccolgono oggetti fra la spazzatura e non diciamo chi o fanno ricettazione di elettrodomestici rubati (vedi precedenti inchieste sulle razzie fatte da diversamente stanziali). Non si capisce chi da il permesso al privato di gestire quest' area in questo modo.

Brutio63

Dom, 11/10/2020 - 15:46

Governicchio di incapaci, incompetenti ed inadeguati. Stanno dando la mazzata finale all’Italia sempre più campo profughi dell’europa! Italiani tassati, vessati e perseguitati, stretti tra lavori e pensioni da fame e crollo demografico ed un governo inadeguato che si occupa solo di trasformare le nostre città d’arte in bivacchi, suk e centrali di spaccio e prostituzione a cielo aperto per la gioia dei buonisti pro accoglienza e finti volontari ben pagati!

maurizio-macold

Dom, 11/10/2020 - 15:52

Al legaiolo ZIOBEPPE1951 (14:08) ricordo i famosi 49 MILIONI DI EURO che la Lega proprio non vuole restituire. Non e' proprio il caso che un leghista parli di onesta' vista la marea di scandali che vi stanno travolgendo.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Dom, 11/10/2020 - 15:55

Da che parte sta lo Stato?

Happy1937

Dom, 11/10/2020 - 16:41

Ma gli abusivi hanno la protezione di PD, 5 Stelle, Leu, Italia Viva e del Papa

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 11/10/2020 - 16:42

Stante così i fatti, siamo avviati ad un "democratico" stato di polizia esclusivo degli italiani?

Ritratto di Smax

Smax

Dom, 11/10/2020 - 16:42

Perché se vanno a controllare il mercato dove c’è quasi tutta roba rubata li prendono a mazzate, allora è più facile rompere le palle ai ragazzetti della movida o ai padri di famiglia.

Happy1937

Dom, 11/10/2020 - 16:43

Ma i clandestini hanno la protezione del PD, Leu, 5 Stelle, Italia Viva e del Papa, purché se ne stiano lontani dai varchi delle Mura Leonine.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 11/10/2020 - 16:49

maurizio-macold, i tuoi amici del PD che hanno usato 107 milioni di euro, degli italiani, per pagare i debiti dell'Unità, e altri 100 e più li hanno fatti sparire nelle loro fondazioni, se non sai di questi fatti informati, ma tanto voi imbecilli fate i sordi quando vi toccano. Ti ricordo che i 49 milioni erano soldi dei rimborsi elettorali, non soldi rubati, che sono stati utilizzati dall'allora segretario Bossi in accordo con il tesoriere Belsito, per altri scopi e per questo condannati entrambi. Salvini al tempo era un semplice assessore al comune di Milano e non ricopriva nessuna carica nella dirigenza del carroccio, si informi prima di riportare le sxxxxxxxe che vi raccontano alla casa del popolo. Quali scandali? Quelli inventati dalla magistratura rossa? Guarda caso, finora NON hanno trovato NULLA di rilevante. Però sui 13 milioni di Zigaroetti...tutto tace!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 11/10/2020 - 17:04

ciò vuol dire che anche con il piu duro dei lockdown, il virus rimane in circolazione, finchè vivono i migranti abusivi :-) quindi, l'idea di conte è ridicola, figurarsi poi quello di sala...

leopard73

Dom, 11/10/2020 - 17:21

Anziché controllare i CLANDESTINI controllano NOI per fare cassa con le multe!!

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Dom, 11/10/2020 - 17:46

Io consiglierei ai tanti che criticano l’operato ei questo governo “della gggente” di ascoltare gli interventi di pidini e grillini in parlamento. Una meraviglia: lodi entusiastiche per quanto il governo ha già fatto e per quella che sta facendo. Per non parlare dell’enciclopedia delle cose da realizzare che ha in cantiere. È il governo degli accoglienti; mica può riempire l’Italia di “preziose risorse” per poi abbandonarle a bighellonare senza far niente. La soluzione c’è: ce la da la provvidenziale pandemia. Grazie al covid, si fanno fallire negozi, ristoranti bar ecc ed ecco che gli accolti hanno di che guadagnarsi il pane e il companatico. Ma non azzardatevi a parlare di “clandestini” o di “abusivi”...

jaguar

Dom, 11/10/2020 - 17:48

Zinga riuscirà a farsi un aperitivo sui navigli come ai bei tempi?

Boxster65

Lun, 12/10/2020 - 10:22

Già Salah con tutta la sua cricca (leggasi giunta) è implacabile con i milanesi ma chiude un occhio, anzi tutti e due se si tratta di extracomunitari. E se sono pure clandestini tanto meglio. Il mercatino della ricettazione, perché bisogna chiamarlo con il suo nome corretto, prosegue da anni nonostante le denunce da più parti giunte a Salah che come sempre se ne fotte. Speriamo che i milanesi la prossima primavera mandino questo radical chic a casa perché ne ha combinate davvero troppe in questi anni.