AutoClassica, la passione corre fra miti, leggende e supercar

Grande show dell'auto dal 25 al 27 nombre nel polo di Fiera Milano fra passato, presente, futuro, stile e tecnologia, amarcord e sogni. Oltre 1500 auto e moto storiche in vendita, gli ultimi modelli dei grandi costruttori, sfide sul circuito e test drive. E "Duemila Ruote", maxi asta di RM Sotheby’s, la più grande casa d’aste al mondo, riservata a vetture di altissimo livello e da investimento

AutoClassica, la passione corre fra miti, leggende e supercar

Un grande show dell’auto e della passione per i motori in presa diretta, declinato fra passato, presente, futuro, stile e tecnologia, amarcord e sogni. E’ Milano AutoClassica – Salone dell’Auto Classica e Sportiva, in programma nel polo espositivo di Fiera Milano a Rho il 25, 26 e 27 novembre. Ed è il bis della manifestazione, la seconda edizione in un anno, la sesta della sua storia di successo che replica all’insegna di “passione in movimento” e presenta una raffica di novità ed eventi di richiamo.

Come sottolinea il presidente Andrea Martini: “E’ stata una scommessa vincente, spinta dal pubblico degli appassionati che è cresciuta e si è arricchita perché alla grande adesione degli appassionati di auto storiche si è aggiunto quello delle Case costruttrici che hanno trasformato Milano AutoClassica in un salone per tutti, dove si vive e si respira la passione per l’auto”. Una riuscita contaminazione tra passato e presente che avviene a poca distanza dalla storica sede dell’Alfa Romeo (e del suo museo) e unisce con il filo della passione cultura dell’automobile, piacere del bello, emozione per il motorismo sportivo.

Così nella location fieristica costruttori come Alfa Romeo, Jaguar, Aston Martin, Lamborghini, Infiniti, Land Rover, Maserati, McLaren, Jeep, Abarth, Tesla (con le sue vetture tecnologiche che sono "la storia del futuro") diventano protagonisti della parata ed espongono i loro modelli su una superficie di 50mila metri quadrati. Accanto alle oltre 1500 auto e moto storiche in vendita: dagli anni Venti ai Novanta, con una forte presenza di modelli degli anni Sessanta e Settanta, vetture uniche, rare, da sogno e popolari, celebri per le vittorie, regine di uno stile che non ha tempo. Con novità assolute a partire dalla nuova Lamborghini Centenario, nata per celebrare i 100 anni di Ferruccio Lamborghini: un capolavoro di design e tecnologia prodotto in 40 esemplari che verranno consegnati ai clienti dal prossimo anno; l’Aston Martin DB11, mai presentata prima a Milano, che con il suo nuovissimo motore biturbo da 5,2 litri è la più potente e scattante DB finora realizzata; la coupé sportiva Infiniti Q60 distribuita proprio in questi giorni.

La festa delle quattroruote mette in scena altri spettacoli. Per celebrare il sessantesimo anniversario della denominazione Veloce, apparso per la prima volta su un’auto della Casa del Biscione nel 1956, verranno esposte le storiche Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce e Giulia Sprint GT Veloce che appartengono a collezioni private, e c’è anche un esemplare della nuova Giulia Veloce, presentata per la prima volta in Italia dopo il lancio internazionale al Salone di Parigi.

Altro motivo di attrazione è Duemila Ruote, la più prestigiosa e importante asta automobilistica e non solo mai avvenuta in Europa, battuta nelle tre giornate della manifestazione da RM Sotheby’s, la più grande casa d’aste al mondo, riservata a vetture di altissimo livello e da investimento. E si tratta, è bene sottolinearlo, di un’asta senza soglia minima. Si batterà un’eccezionale collezione di auto storiche e motociclette, barche e biciclette: più di 430 autovetture, 150 moto e 60 natanti. Spiccano supercars, auto da rally, sportive e GT, in qualche caso esemplari unici. Tra gli altri, una Ferrari GTB/6C Alluminio, una 365 GTB/4 Daytona, una F40; una Maserati MC12 del 2005; una Delta Integrale Gr.A Ufficiale; 21 esemplari di Jaguar E- Type; 60 Porsche 911. L’asta avrà luogo nel padiglione 24. Il biglietto della mostra consente l’accesso alla zona in cui saranno esposti i lotti battuti, e di assistere all’asta. La partecipazione all’asta implica però l’ingresso in un’area ristretta per la quale sono richiesti la registrazione (in fiera o online), la presentazione di un deposito cauzionale e un biglietto d’ingresso specifico.

Il 110° anniversario dalla fondazione della Lancia è poi uno degli eventi più attesi: la presentazione del programma Lancia Classiche, che viene rivelato in coincidenza dell’anniversario della fondazione della casa e debutta a poco più di un anno dal lancio del gemello Abarth Classiche. A partire dall’inizio di dicembre anche i proprietari delle vetture storiche Lancia potranno usufruire dei servizi di certificazione e restauro attivati presso le “Officine Classiche” di FCA Heritage, nel comprensorio di Mirafiori, e del conseguente rilascio del “Certificato d’autenticità”.

Eventi, Circuit Arena e test drive
Milano AutoClassica offre altri momenti di grande interesse e partecipazione. Il 25 novembre FCA presenterà i nuovi servizi di certificazione e restauro offerti dal neonato programma Lancia Classiche. Si tratta di uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati. Ma ve ne sono molti altri nel programma di Milano AutoClassica. Tra questi, di particolare interesse il talk show Auto storiche, centri storici, città storiche: patrimoni da salvaguardare e convivenza possibile, moderato dal giornalista Pierluigi Bonora, fondatore di #FORUMAutoMotive (25 novembre, ore 14.30) e la presentazione di due libri pubblicati da Giorgio Nada Editore, partner ufficiale della manifestazione insieme a Libreria dell’automobile. Si tratta di Destra 3 Lunga Chiude: Quando i rally avevano un’anima, autore Carlo Cavicchi (26 novembre, ore 15,30) e Ferrari Rex – Biografia di un grande italiano del Novecento, autore Luca Dal Monte (27 novembre, ore 15,30).

“E’ un novembre all’insegna della passione quello che stiamo vivendo con le manifestazioni e gli eventi di cui siamo protagonisti - spiega Roberto Rettani, presidente di Fiera Milano -. C’è stata la grande mostra dedicata alla storia e alla passione per il gioiello italiano d’autore a Palazzo Reale che ha fatto seguito a Homi, poi abbiamo ospitato i gioielli a due ruote con il Salone della Moto, ora tocca alla passione per le auto, per i gioielli a quattro ruote. Tutti eventi di grande richiamo per il pubblico professionale e non. Eventi che coinvolgono la città e ne rafforzano il legame con la Fiera. Milano e la Fiera sono sempre più percepite come attrattive e di richiamo. Come molte delle nostre manifestazioni leader internazionali che intendiamo rafforzare, sostenuti da una crescita a due cifre dei visitatori. Il nostro obiettivo non è solo quello di essere una piattaforma espositiva di eccellenze ma anche di offrire contenuti e in particolare di valorizzare, oltre al made in Italy, l’Italian style, la sua dinamicità, innovazione e visione del futuro che sono anche la caratteristica di Milano. In particolare voglio ricordare un simbolo di Fiera Milano legato ad AutoClassica: il monumento dedicato all’Alfa Romeo esposto all’ingresso della Porta Sud”.

Tutte le informazioni su www.milanoautoclassica.com

Commenti