Bernstein e Beethoven all'Auditorium, sul podio Bignamini

Bernstein e Beethoven all'Auditorium, sul podio Bignamini

Jader Bignamini, all'indomani della direzione di Puritani al «Massimo» di Palermo, torna nella sua «casa naturale» laVerdi di largo Mahler per dirigere l'Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi in un affresco musicale a tinte forti, originale, fascinoso e inconsueto, nelle sue differenti caratteristiche. La locandina che è stata scelta dalla nota «bacchetta» lombarda stavolta è tesa infatti a enfatizzare le peculiarità di due opere musicali apparentemente lontane, se non addirittura antitetiche, quali la «Sinfonia numero 2» dell'americano contemporaneo Leonard Bernstein, universalmente conosciuta come The Age of Anxiety, e la «Sinfonia numero 6» di Beethoven, altrettanto universalmente conosciuta come «Pastorale», legate tuttavia dall'ineffabile «filo rosso» teso da Madre Natura, nelle sue diverse manifestazioni. Due date disponibili per un evento da non perdere: venerdì 27 (ore 20) e domenica 29 (ore 16) aprile, all'Auditorium di Milano. Guest Star in largo Mahler altro gradito quanto atteso ritorno - il pianista pugliese Emanuele Arciuli, impegnato in apertura di programma nel capolavoro di Bernstein, che manca all'Auditorium dal febbraio 2001.

LuPav

Commenti