Cantieri "sotto la lente" Allerta sicurezza per M4

Vertice tra assessori, costruttori e sindacati «Lavoreremo per evitare altri incidenti»

All'indomani della conclusione dello sciopero di 24 ore degli operai impegnati nei cantieri della metropolitana blu, si è tenuto ieri pomeriggio nell'assessorato comunale alla Mobilità con Cgil, Cisl e Uil e i sindacati di categoria Fillea, Filca e Feneal un incontro per fare il punto sulla sicurezza nei cantieri M4, dove ha perso la vita lunedì Raffaele Ielpo, il caposquadra travolto da una frana a 18 metri di profondità nella stazione di piazza Tirana. Al tavolo, oltre all'assessore Marco Granelli (nella foto) e alla titolare al Lavoro Cristina Tajani anche il consorzio CMM4 con il presidente Guido Mannella e i rappresentanti di Metro Blu Scarl che stanno realizzando la nuova linea della metropolitana.

L'obiettivo è arrivare attraverso un «tavolo operativo» e «rapidamente nelle prossime settimane a un protocollo speciale per la M4 sul tema della sicurezza, che sancisca questo impegno e lo trasformi in azioni concrete. Da lunedì cominceremo a lavorare per arrivare entro la prima metà di febbraio a firmare questo protocollo» ha annunciato il presidente della società concessionaria M4 spa, Fabio Terragni.

«È stato un incontro molto importante, sancito dal desiderio di ascolto reciproco, ma soprattutto di mettere in comune una corresponsabilità sulla sicurezza», ha spiegato Granelli ricordando che «con questa commessa M4 abbiamo un 10 per cento di risorse messe sulla sicurezza. Lavoreremo ad un accordo strategico da lunedì».

Per Vincenzo Greco, rappresentante per Cgil-Cisl-Uil, «serve un accordo in tempi brevi e mettere in campo delle azioni concrete ed evitare che tutto finisca in espressioni di buona volontà che poi però non producono molto. Riscontriamo positivamente la volontà comune di affrontare la materia insieme a noi, ma pretendiamo concretezza e rapidità». «I costruttori sono fortemente orientati verso tutti i temi che riguardano la sicurezza, per cui prendono atto delle richieste formulate dai sindacati e sono disponibili a un tavolo di confronto su tutti i temi dei lavoratori - ha concluso Mannella, presidente del Consorzio costruttori M4 -. Già dalla prossima settimana verrà istruito un tavolo di lavoro tra imprese e sindacati su una serie di procedure già implementate dai costruttori da tempo e che vanno oltre le semplici descrizioni di legge e quindi una formazione dei lavoratori più approfondita». In particolare la società Metro Blu Scarl si è impegnata ad analizzare le procedure di lavoro con gli stessi rappresentanti della sicurezza e i lavoratori per valutare eventuali correttivi da apportare. Così il Consorzio CMM4 si è reso disponibile a fornire la mappatura delle aziende attive nei cantieri con l'obiettivo di arrivare, entro la metà del prossimo febbraio, alla sottoscrizione di un protocollo per la definizione di un modello partecipato e condiviso per il coordinamento delle azioni concrete in materia di prevenzione e sicurezza. Un modello che potrà poi essere utilizzato anche in futuro, nei lavori per la Milano che verrà.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.