Coronavirus, ospedale militare di Baggio: medico e infermiere contagiati

Sospesa momentaneamente l’accoglienza di nuovi pazienti. La struttura è aperta ed è stata avviata la sanificazione. Il servizio non è stato sospeso

Il reparto dedicato all’emergenza coronavirus dell’ospedale militare di Baggio, dopo pochi giorni dalla sua apertura, ha sospeso l’accoglienza di nuovi pazienti per cause di forza maggiore. Come riportato da il Corriere, alcuni medici militari e infermieri infatti sono risultati positivi al Covid-19. Da quanto emerso in seguito, si tratterebbe nello specifico di un infermiere e di un medico che, da una decina di giorni, non era in servizio. Sia la Regione Lombardia che l’esercito hanno confermato la notizia.

Accoglie pazienti in convalescenza colpiti da coronavirus

Il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha spiegato che l’ospedale è aperto, nonostante siano stati riscontrati casi positivi tra il personale che opera nella struttura. È già partita anche la sanificazione e quindi si è deciso di non interrompere il servizio”. Qui i pazienti colpiti da coronavirus dovrebbero passare la convalescenza una volta dimessi dalle altre strutture ospedaliere. Fino a questo momento erano stati quattro i pazienti trasferiti in via Saint Bon, situata nella zona Ovest della città meneghina. Un primo paziente era arrivato circa una settimana fa dall’ospedale di Bergamo. Poco dopo, i trasferimenti erano stati bloccati.

Nell’ala appena chiusa, quella destinata al coronavirus, vi sono anche spazi adibiti ad accogliere i familiari dei soggetti ritenuti più gravi e che si trovano ricoverati nei reparti di terapia intensiva di altri ospedali. I posti letto dedicati al Covid-19 sono in totale 50, per la precisione si tratta di 11 camere con quattro letti ognuna e 2 camere con tre letti ciascuna. In corsia ci sono sia il personale sanitario specializzato proveniente da reparti di infettivologia che medici militari per garantire cure e assistenza sanitaria. Il reparto dell’ospedale militare di Baggio era stato pensato per ospitare una cinquantina di persone positive al coronavirus. Non era ancora stato deciso esattamente da quali nosocomi milanesi sarebbero stati trasferiti i pazienti.

L'ospedale è operativo

Il centro ospedaliero di Baggio continua comunque a essere operativo e anzi, di giorno in giorno, è aumentata la presenza dei pazienti. In una nota, l’Esercito ha fatto sapere che “attualmente sono in cura presso il Centro otto civili ed otto militari”. L’ospedale, individuato come prima struttura di emergenza per i pazienti affetti da coronavirus, per il momento rimane aperto, anche se l’accoglienza di altri soggetti contagiati è stata per ora sospesa. La struttura ospedaliera non è quindi più accessibile ai pazienti affetti da Covid-19. Intanto sono già state avviate le procedure di sanificazione dei vari locali interessati.

Gli altri reparti sono invece aperti e continuano a lavorare regolarmente, come ha sottolineato il governatore Fontana all’Ansa. Presso il Centro sono operativi sette ufficiali medici, otto sottufficiali infermieri e quattro graduati di supporto logistico. In tempi brevi, in accordo con le autorità sanitarie regionali, l'attività di ricovero presso il Centro aumenterà la sua capacità ricettiva, nel frattempo rinforzata con personale militare arrivato da altri enti.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Gianca59

Sab, 14/03/2020 - 15:58

E queste sarebbero le iniziative di supporto ?