Dal Cretaceo a Expo: arriva lo Spinosauro

Lungo tre metri pesa 180 chili: è il più grande predatore semiacquatico della preistoria

Dal Cretaceo a Expo. Una spettacolare riproduzione a grandezza naturale della testa del più grande dinosauro predatore mai esistito, Spinosaurus aegyptiacus , si potrà ammirare fino al 31 ottobre. La scultura, prodotta dall'azienda veneta Geo-Model, misura quasi tre metri di lunghezza per oltre 150 chilogrammi di peso, e riproduce fedelmente la testa di Spinosaurus, ricostruita grazie ai fossili studiati da un team di paleontologi e paleoartisti. Si tratta del primo dinosauro semiacquatico che si conosca, una scoperta di profonda rilevanza per la comunità scientifica. Fondamentale il ruolo avuto dal Museo di Storia Naturale di Milano nel progetto di ricerca su Spinosaurus, attraverso l'analisi del muso fossile conservato nella collezione paleontologica dell'istituzione milanese e ora visibile sino al 10 gennaio 2016 nella mostra «Spinosaurus. Il gigante perduto del Cretaceo», presso la nuova e prestigiosa sede espositiva di Palazzo Dugnani. L'esposizione della scultura, identica a quella presente a Palazzo Dugnani, sarà quindi l'occasione per presentare al pubblico questa mostra, che illustra gli studi condotti per ricomporre lo scheletro fossile e l'antico ambiente in cui Spinosaurus viveva: il Sahara di 95 milioni di anni fa. L'iniziativa nasce da una collaborazione tra Museo di Storia Naturale di Milano e Università di Milano-Bicocca.

Commenti