EasyJet, 15 anni di crescita a Malpensa. Il Training Centre piloti addestrerà il personale di bordo

Dal primi voli nel 1998 la più grande hub continentale con 21 aerei: dall'inizio a oggi trasportati oltre 75 milioni di passeggeri nello scalo gestito da Sea. Nel centro di formazione dei piloti un nuovo simulatore per il personale di bordo per l'evacuazione d'emergenza in cabina

EasyJet, 15 anni di crescita a Malpensa. Il Training Centre piloti addestrerà il personale di bordo

EasyJet festeggia questo lunedì 19 aprile i 15 anni dall’apertura della sua grande base europea nell’aeroporto di Milano Malpensa. Inaugurata nell’aprile del 2006 - ma le operazioni su Malpensa erano iniziate già nel 1998 -, con tre aerei , nove destinazioni europee e uno staff di 100 persone. L’hub di Malpensa è diventato in poco tempo uno snodo cruciale per i collegamenti domestici e internazionali della compagnia.

Dall’inizio delle sue operazioni a Milano Malpensa nel 1998, easyJet ha infatti trasportato oltre 75 milioni di passeggeri verso più di 90 destinazioni in più di 25 Paesi, con una flotta di 21 velivoli e un personale che è cresciuto insieme alla base, superando i 900 addetti assunti, diventando la prima compagnia dell’aeroporto gestito da Sea.

Negli anni easyJet ha diversificato i propri investimenti sull’hub con l'incremento delle destinazioni messe a disposizione, il miglioramento dell’esperienza di viaggio con alcuni dei suoi aerei più innovativi - gli Airbus A321neo – che, oltre ad offrire una maggiore capacità con 235 posti disponibili, consentono una riduzione del 15% delle emissioni e del 50% dell’inquinamento acustico in fase di decollo e atterraggio, per arrivare alla collaborazione con i partner del territorio nell’inaugurazione del collegamento ferroviario diretto tra Milano e il Terminal 2 di Milano Malpensa.

La Lombardia rappresenta da sempre un’area chiave per easyJet: Malpensa, oltre a essere la sua prima base italiana, è il principale hub della compagnia in Europa Continentale e la sede del suo principale centro di addestramento europeo per piloti, inaugurato nel 2019. Sicurezza e benessere dei passeggeri e dell’equipaggio sono da sempre una priorità di easyJet che, attraverso la sua collaborazione a lungo termine con Cae, punta a migliorare la qualità della formazione dei piloti e degli assistenti di volo.

Investimento importante per il vettore come dimostra il fatto che il Training Centre di Cae da maggio sarà ampliato diventando un unico centro di addestramento sia per i piloti che per gli assistenti di volo e offrirà una formazione continuativa a tutto il personale europeo della compagnia, contribuendo a creare un indotto economico significativo per il territorio. L’obiettivo è fornire un training all’avanguardia per permettere non solo ai piloti, ma a tutto il personale, di affrontare con sicurezza e competenza ogni situazione a bordo offrendo un servizio all’altezza delle aspettative di chi sceglie di volare con easyJet.

Il Training Centre - dotato di tre simulatori di volo serie Cae 7000XR Airbus A320 e di un dispositivo di addestramento Cae 600XR Airbus A320 equipaggiati con il sistema visivo CAE Tropos™ 6000XR e un'annessa area dedicata agli istruttori – è stato ampliato con un Cae 7000XR Airbus A320, portando così a cinque i simulatori, e vedrà l’introduzione di un simulatore completo per l'evacuazione d'emergenza in cabina (Ceet) che include porte d'ingresso completamente funzionanti, uscite sulle ali, porta di accesso alla cabina di pilotaggio identica a quella di un aeromobile easyJet. L'attrezzatura aggiuntiva comprende strumenti per l'addestramento antincendio e scivoli per l'evacuazione di emergenza.

“Milano Malpensa è da sempre un punto di riferimento per il nostro intero network. Negli anni abbiamo continuato ad investire per rafforzare la nostra presenza a Milano, offrendo sempre più collegamenti in Italia e internazionali, diventando la prima compagnia dell’aeroporto con oltre 75 milioni di passeggeri trasportati dall’avvio delle operazioni ad oggi. Non a caso il primo volo in assoluto di easyJet in Italia, nel 1998, è stato proprio un collegamento tra Londra Stansted e Malpensa – commenta Johan Lundgren, ceo di easyJet -. Questo non sarebbe stato possibile senza l’impegno delle nostre persone che negli anni hanno contribuito a rafforzare il nostro successo in Italia e in particolare a Milano, quindi il mio primo ringraziamento va a loro, per il continuo supporto e impegno a offrire ai nostri clienti una delle migliori esperienze di viaggio in Europa”.

“Un sentito ringraziamento anche a Sea, nostro partner da ormai diversi decenni, con cui abbiamo potuto raggiungere risultati senza precedenti. L’espansione del Training Center rappresenta uno dei maggiori investimenti in formazione del settore in Europa negli ultimi anni. Nonostante le difficoltà che il comparto sta attraversando, abbiamo deciso di ampliare la nostra presenza al centro di Malpensa proprio per dimostrare il nostro impegno a lungo termine nei confronti dell’Italia - aggiunge Lundgren -. Un ringraziamento va dunque a Cae per aver reso questo possibile e per aver messo a disposizione di easyJet un team e una tecnologia uniche in Europa. Ma non avremmo potuto raggiungere questi risultati senza l’appoggio dei nostri clienti che in questi anni hanno continuato a riporre in noi la loro fiducia, stiamo cercando di migliorare per loro la nostra offerta da Malpensa e non vediamo l’ora di rincontrarli presto a bordo”.

“Festeggiamo insieme al nostro partner easyJet l’anniversario della base. La costante crescita della presenza di easyJet a Malpensa testimonia la dinamicità di questo vettore che nel 2006 ha rapidamente colto l’opportunità di costruire una base, colmando spazi di mercato lasciati da altri, e che nel tempo grazie ad una dinamica e flessibile proposizione commerciale ha saputo sviluppare il mercato raggiungendo nel 2019 il record di traffico con 8,3 milioni di passeggeri sul nostro sistema aeroportuale - sottolinea Armando Brunini, amministratore delegato di Sea -. La crisi pandemica ha purtroppo interrotto bruscamente un percorso virtuoso di sviluppo. Sea insieme ad easyJet è oggi già pronta a ripartire raccogliendo le sfide che lo scenario post-pandemico ci impone. Vogliamo, insieme al nostro partner, garantire un nuovo sviluppo del traffico che coniughi crescita e sostenibilità adeguando il servizio alle rinnovate esigenze di sicurezza che il passeggero, nella sua esperienza di viaggio richiede”.

Commenti