Ferrovia e aereo per le merci a Malpensa, intesa tra Fnm e Sea

Siglato un protocollo per sviluppare e realizzare iniziative comuni che ha al centro l'intermodalità nel segno della mobilità sostenibile per la logistica

Ferrovia e aereo per le merci a Malpensa, intesa tra Fnm e Sea

Sviluppare e realizzare iniziative comuni per sviluppare l’intermodalità ferro-aria nel segno della mobilità sostenibile per la logistica, il trasporto delle merci: è questa mission dell’intesa siglata tra Fnm e Sea con l’obiettivo di valorizzare due infrastrutture importanti come il terminal ferroviario di Sacconago e la grande area della Cargo City dell’aeroporto di Milano Malpensa che si estende su un’area di oltre 500.000 metri quadrati.

Il protocollo d’intesa è stato firmato dal presidente di Fnm Andrea Gibelli e dall’amministratore delegato e direttore generale di Sea Armando Brunini e segna l’avvio di una collaborazione per rafforzare la posizione di Malpensa Intermodale Srl e Malpensa Distripark Srl, le società che hanno il compito di gestire e sviluppare il terminal e di Malpensa Cargo City, dove oggi transita oltre il 60% del totale delle merci aeree trasportate in Italia. Un gruppo di lavoro individuerà le modalità di attuazione di ogni progetto che Fnm e Sea riterranno opportuno realizzazione.

È previsto lo studio delle possibili integrazioni tra le attività dei terminal merci aeree e del terminal intermodale ferro-strada in una prospettiva di gestione complementare dei rispettivi flussi di merci con una proposta di mercato condivisa attraverso le piattaforme logistiche di rispettiva competenza.
Lo sviluppo di sinergie tra differenti modalità di trasporto mediante l’integrazione di evoluzioni tecnologiche e soluzioni orientate alla sostenibilità economica, sociale e ambientale. La valorizzazione delle rispettive infrastrutture per il traffico merci situate nel comprensorio di Malpensa e l’ampliamento del ventaglio di servizi da offrire alla clientela.

“La gestione del terminal di Sacconago tramite le società Malpensa Intermodale e Malpensa Distripark e l’impegno del Gruppo Fnm nello sviluppo del settore della logistica – spiega Andrea Gibelli – rappresentano un patrimonio che vogliamo mettere a disposizione per offrire alla Regione, alle sue aziende e alla sua imprenditorialità soluzioni innovative in linea con i valori di Fnm: sostenibilità e attenzione al territorio e al suo sviluppo. Lavoriamo per individuare e promuovere un sistema di trasporti integrato che minimizzi l’impatto sull’ambiente”.

“Siamo costantemente impegnati a migliorare i servizi di Malpensa per i passeggeri e per le merci. Lo sviluppo dell’intermodalità ferro-aria è una delle strategie che abbiamo deciso di intraprendere per ridurre l’impatto ambientale – aggiunge Armando Brunini –. La firma del memorandum ci permetterà di aumentare la quantità di merce che raggiungerà Malpensa via ferro, sviluppando nuove opportunità di business per gli operatori e per il territorio, contenendone gli impatti”.