Hanno già aderito molti artisti. E saranno presenti i familiari del cantautore

«Ci vuole orecchio» per salire in cima al Pirellone. Sempre di più. Come dimenticare una delle più belle espressioni lasciateci in eredità da Enzo Jannacci? Per non scordare che la vita va colta e accordata con le orecchie e tutti i loro perfetti labirinti, un concerto ricorderà il cantautore scomparso il 29 marzo scorso. Al trentanovesimo piano della Regione Lombardia il prossimo 3 giugno, data in cui colui che portava le scarpe da tennis avrebbe compiuto 78 anni, il presidente Roberto Maroni e i componenti della giunta lombarda parteciperanno a un evento a cui sarà presente anche la famiglia dell'artista.
Molti personaggi hanno aderito all'iniziativa: Ombretta Colli, Fabio Fazio, Michele Serra, Massimo Boldi, Cochi Ponzoni, Renato Pozzetto, Teo Teocoli, Paolo Rossi. Nel corso della serata che inizierà alle 18 verranno eseguiti brani che furono particolarmente cari al musicista. Dopo aver scoperto una targa in onore di «Enzo», una delle voci preferite del presidente Maroni, al Belvedere della Regione si terrà anche una parentesi musicale che celebra la milanesità senza tempo fondata da Jannacci.
E' nota la passione del chirurgo - cantante per i grattacieli, per la visuale di orizzonti lontani che i «grattanuvole» possono offrire; e proprio in cima a uno dei simboli architettonici più storici di Milano, il «menestrello» che cantò la vita più umile e bassa di questa metropoli sarà omaggiato con un incontro artistico ma soprattutto conviviale, tra amici, perché l'appuntamento non sarà aperto a tutto il pubblico. La stampa potrà seguire il concerto al piano terra in videoconferenza. Va così a buon termine un'idea voluta dall'assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, Cristina Cappellini.
Sono passati due mesi dalla morte di Enzo Jannacci, una scomparsa a cui la città di Milano ha partecipato con commozione, soprattutto ai funerali affollati nella basilica di Sant'Ambrogio, durante i quali furono eseguite canzoni latino - americane. Il Pirellone si distingue per questa sua caratteristica musicale, visto che l'auditorium dell'edificio è stato dedicato ad un altro indimenticabile milanese, Giorgio Gaber. Un grattacielo di ricordi sulle note di canzoni che fanno di questa città un labirinto in cui muoversi «a orecchio» è sempre più affascinante.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.