«Per i ragazzi più contatti col mondo del lavoro»

Entro la fine di settembre verrà approvato in Regione il suo progetto di legge per evitare che il mondo della scuola e quello del lavoro parlino due lingue diverse.

Assessore Valentina Aprea, ce la sta mettendo tutta per modernizzare il mondo della scuola.

«Ce n'è assoluto bisogno. Vanno aumentati i viaggi all'estero e i contatti le realtà lavorative. È giusto premiare i ragazzi che studiano sodo».

Come funziona la meritocrazia della scuola?

«La Dote merito prevede contributi per le dotazioni tecnologiche. Gli studenti con la media del 9 possono fare viaggi all'estero, o esperienze sportive. Ad esempio, abbiamo mandato dei ragazzi a Miami a frequentare una scuola di tennis e a seguire lezioni d'inglese».

I viaggi aumenteranno?

«Sì, così come aumentano gli studenti meritevoli. Pensi che tanti ragazzi hanno fatto il passaporto proprio per gli stage della scuola».

La Dote del merito funziona. Ma la dote per l'acquisto dei libri è in ritardo.

«Sono cambiati i parametri per il calcolo del reddito e le famiglie hanno potuto presentare domanda fino alla fine di luglio e non solo fino a maggio. Ma entro metà ottobre sarà tutto a posto».

Però parecchie famiglie non possono anticipare i soldi per i libri di testo.

«Il mio appello va ai librai. Anticipino i testi, la spesa verrà saldata nel giro di un mesetto».

Nonostante le assunzioni della riforma Renzi, questo anno scolastico inizia con 3mila supplenti e con i soliti problemi.

«Tanti precari sono stati immessi in ruolo. Ma è stato un errore scegliere di svuotare le graduatorie con un travaso di docenti da Sud a Nord. La situazione non sta in piedi».

In alternativa, cosa bisognava fare?

«Bisognava chiamare i più giovani in graduatoria. Di fatto la precarietà è in aumento. O gli insegnanti titolari arrivano l'anno prossimo o ci sono ma se ne andranno appena potranno».

Tempi troppo lunghi per le nomine?

«La fase A e la fase B delle graduatorie hanno spezzettato il lavoro».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.