I sindacati occupano un'aula del ComuneRischio esubero per 3mila dipendenti

Hanno occupato la sala stampa intitolata all'ex custode Franco Brigida alle 10 del mattino minacciando di piazzarci le tende fino a che il sindaco non li convocherà nel suo ufficio. Un gruppo di rappresentanti sindacali di Cisl, Uil, Csa e Usb - gli stessi che hanno già indetto lunedì scorso lo sciopero generale dei dipendenti comunali, esclusa quindi la Cgil - hanno messo in atto l'ennesima protesta per essere ascoltati da Giuliano Pisapia. Alle vecchie ragioni di protesta (dalle continue riorganizzazioni senza consultare le sigle al rischio salute e sicurezza per i carichi di lavoro) si è aggiunta la «voce piuttosto insistente che da settembre-ottobre scatteranno prepensionamenti o mobilità per 3mila lavoratori». L'assessore Chiara Bisconti ha interrotto la seduta di giunta per incontrarli con il dg Davide Corritore e ribadire che «è già convocato un tavolo il 31 maggio, è una protesta incomprensibile». In serata, Pisapia ha parlato brevemente con i sindacati promettendo loro un incontro. I dipendenti del Comune, così, hanno lasciato la sala stampa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.