Iene Vegane contro Intimissimi: "Gli animali vanno rispettati"

Polemiche sulla nuova collezione autunno/inverno: "La troviamo una campagna di pessimo gusto a livello etico"

Iene Vegane contro Intimissimi: "Gli animali vanno rispettati"

Scatta la protesta delle Iene Vegane contro Intimissimi: in particolare nel mirino è finita l'ultima collezione autunno/inverno. Le polemiche sono scaturite poiché l'azienda ha realizzato slip brasiliani, perizomi, reggiseni, bustini in pelle nera fatti al 100% in pelle d'agnello. L'associazione ha sottolineato come si tratti di una scelta "in assoluta controtendenza con il trend che vede le case di moda abbandonare l’uso di pelli, pellicce, piume e lana per una svolta verso il green".

La contestazione

Il blitz si è tenuto oggi, venerdì 18 ottobre, davanti ad un negozio di Intimissimi a Milano "per esprimere il proprio dissenso e ricordare all’azienda che la pelle, come qualunque tessuto di origine animale, non è necessaria nell'abbigliamento". Le protagoniste insanguinate hanno esposto dei cartelli con su scritto: "L'intimo di agnello arriva dal macello". Poi sono partiti anche cori dal megafono: "Non è moda, è violenza!", "Per tutti gli animali libertà".

Alessandra Di Lenge ha così commentato la compagna di Intimissimi: "La troviamo di pessimo gusto a livello etico". La presidente di Iene Vegane si è poi rivolta agli stilisti del Gruppo Calzedonia, invitandoli a "riflettere sul diritto alla vita di ogni specie e sul fatto che per fare moda non è più necessario uccidere animali, esistono tessuti naturali che non comportano la morte di nessuno. Perché gli animali, come tutti, meritano rispetto!".

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti