Sgominata baby gang di egiziani: 9 rapine efferate, un coetaneo spinto sui binari

Arrivati in Italia come minori non accompagnati, i ragazzini avevano abbandonato le strutture di accoglienza per arrivare nel capoluogo lombardo. Guidati da un leader maggiorenne, colpivano i loro coetanei per farsi consegnare denaro e cellulari

Fermata dagli agenti della polizia di Milano una baby gang composta da cittadini stranieri, che da tempo si era protagonista di rapine ed aggressioni nella zona dei Navigli, e non solo. Armati di coltelli o di altri oggetti affilati, i membri del branco attendevano le ore notturne per colpire le loro vittime, agendo con una furia incredibile. Gli stessi inquirenti che si sono occupati delle indagini, infatti, hanno dichiarato di avere raramente “riscontrato blitz così efferati e violenti", come riportato da "MilanoToday".

Ad occuparsi del caso gli uomini del commissariato di Porta Genova, che nella giornata di ieri, martedì 11 febbraio, hanno provveduto ad eseguire le misure cautelari disposte dalla procura dei minori di Milano. Stando alle informazioni sino ad ora riportate, i ragazzini, tutti egiziani, facevano parte di un gruppo composto da 4 elementi, guidati da un quinto soggetto, un ragazzo maggiorenne. Arrivati in Italia come minori non accompagnati (qualcuno è sbarcato in Sicilia, qualcun altro in Calabria), i baby criminali avevano quindi raggiunto Milano dopo aver volontariamente abbandonato le strutture d'accoglienza dove erano stati ospitati. Guidati dal loro capo, si rifugiavano in luoghi di fortuna (prima in alcune vetture abbandonate, poi in un magazzino dismesso nella zona della stazione ferroviaria di Porta Genova), e vivevano di rapine.

Sarebbero almeno 9 i colpi messi a segno dalla banda in un periodo di tempo che va da febbraio a luglio del 2019. Il branco si spostava nelle aree di Colonne di San Lorenzo, Darsena, Navigli e stazione ferrovia di Porta Genova, e qui assaliva le vittime designate (spesso loro coetanei), aggredendole con una violenza ed una crudeltà inaudite. Botte, spintoni, minacce e coltelli alla mano per farsi consegnare soldi e cellulari. A ciò, stando a quanto riferito dagli inquirenti, si aggiuneva anche lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Particolarmente violenta una delle rapine compiute ai danni di un loro coetaneo, avvenuta lo scorso febbraio alla stazione di Porta Genova. Furioso per il fatto che il ragazzino si fosse rifiutato di consegnare quanto richiesto, un membro del gruppo lo aveva infatti spinto sui binari, impedendogli di risalire sulla banchina col chiaro intento di attendere il passaggio di un treno. In quell'occasione era stato il capo della banda a far ragionare il minorenne, convindendo a lasciare in pace la vittima.

Le indagini, avviate dopo le numerose denunce, hanno infine portato alla cattura dei responsabili. Fermato alcuni mesi addietro, il leader del gruppo era stato già espulso, motivo per cui gli inquirenti si sono concentrati unicamente sui 4 adolescenti. Due di questi sono stati arrestari ieri mattina, mentre il terzo componente del branco si trovava già dietro le sbarre del carcere minorile Beccaria di Milano dopo essere stato sorpreso a spacciare in zona Colonne. Nessuna notizia, invece, del quarto elemento, per adesso irreperibile.

Interrogati dai poliziotti, i giovani stranieri sono scoppiati in lacrime, confessando tutti i loro crimini.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti

beowulfagate

Gio, 13/02/2020 - 08:18

L'importante è processare Salvini e glorificare i porti aperti.

SAMING27

Gio, 13/02/2020 - 10:13

"Arrivati in Italia come minori non accompagnati (qualcuno è sbarcato in Sicilia, qualcun altro in Calabria), i baby criminali avevano quindi raggiunto Milano dopo aver volontariamente abbandonato le strutture d'accoglienza dove erano stati ospitati."Così l'articolista.Si configura, per i responsabili della struttura di accoglienza il resto di "abbandono di minore" Se qualche magistrato o qualche poliziotto legge questa mia, indaghi. Poichè la strttura è una cooperativa e viene compensata con una congrua cifra per ogni ospite, non ha nessun interesse a denunciare la fuga dei minori per i quali incassa illecitamente la quota giornaliera. Scommettiamo che ho indovinato?

Gio56

Gio, 13/02/2020 - 10:18

Ma perchè coprite le facce?Anche se sono minorenni,sempre delinquenti sono,ed è giusto che la gente sappia chi sono.

ondalunga

Gio, 13/02/2020 - 10:40

Bene e mi raccomando andiamo a prenderne altri per poi intenerire il nostro buon cuore dicendoci quanti minori non accompaganti ci sono ad ogni carico...

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 13/02/2020 - 11:04

ma coomeeee ! lo sgoverno pidiota grullo non gli ha ancora dato lo ius sola,la cittadinanza con relativo reddito e ricongiungimento famigghiare con padre,madre,frateeli,soreeele,nonni,cugini etc???fassisti,rassisti volete somigliare a Salvini????

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 13/02/2020 - 11:23

Questa è la FECCIA che arriva o è arrivata in ITALIA. SOLO FECCIA !!!!!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 13/02/2020 - 12:44

Cultura! E quando i babies della gang saranno finalmente adulti, la Cultura sarà ancora superiore! Presto acògliamo senza se e senza ma. Avanti Africa.

ziobeppe1951

Gio, 13/02/2020 - 12:58

SAMING27...10.13....hai perfettamente ragione...purtroppo siamo in itaglia dove regna la dittatura sinistra

jaguar

Gio, 13/02/2020 - 13:03

E gli ospitali sinistri italiani cosa ne pensano? Perchè non dedicano un pensierino alla vicenda?

necken

Gio, 13/02/2020 - 13:32

vorrei sapere come si pensa di integrare questi ragazzini Egiziani rinselvatichiti e chi se dovrebbe occupare in prima persona senza correre rischi per la sua incolumità

Reip

Gio, 13/02/2020 - 13:54

La boldrini cosa ne pensa?

bruco52

Gio, 13/02/2020 - 18:15

"scoppiati a piangere...", poverini gli manca la mamma, perciò rimandarli in Egitto, punto e a capo, no che dobbiamo mantenerli nelle nostre prigioni, che in confronto a quelle egiziane sono degli hotel a cinque stelle....

Ritratto di niki 75

niki 75

Gio, 13/02/2020 - 19:55

Che fortuna!!!!! Le piccole RISORSE cresceranno e faranno molta strada nella società italiana.

edo2969

Gio, 13/02/2020 - 21:29

io lo metterei a pulire le latrine delle prigioni per cominciare, poi una bottiglia di olio di ricino ciascuno e infine rimetterli sul gommone direzione africa

Divoll

Gio, 13/02/2020 - 22:07

Mi spiace, ma io sono per le deportazioni di massa. In Egitto (Marocco, Tunisia, Nigeria, Ghana, Senegal, Gabon, Mali, Sri Lanka, India, Bangladesh, Pakistan, ecc.) NON CI SONO GUERRE. E la maggior parte di questa gente non ha alcun titolo per trovarsi in Italia o in Europa.

Ritratto di cicopico

cicopico

Gio, 13/02/2020 - 23:28

hanno riempito l'italia di indemoniati,ringraziamo chi li fa venire qui.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 14/02/2020 - 08:56

Sgominata!!!!??? Ne siete sicuri? Ma sicuri sicuri??

ilcapitano1954

Ven, 14/02/2020 - 09:27

informate la Boldrini, DelRio, Faraone, Massimo Giannini, loro lo sanno ma fanno finta di non saperlo, bisogna comunque informarli.

wombat

Ven, 14/02/2020 - 10:11

Che paese di scemi ,minori o non chi entra in un paese illegalmente deve essere rimpatriato .(pe: due mesi fa'due banbini di quattro e due anni nati in Australia sono stati rimpatriati al Sri Lanka assime ai genitori perche non havevano i requisiti di refugiati) italietta guarda e' impari

Maura S.

Ven, 14/02/2020 - 10:14

Aprite i porti, avanti, c'è posto per tutti i delinquenti. Rimandateli in Egitto, ci penseranno loro a metterli in riga. Poi se la prendono con quel paese, con il presidente e le loro regole. Questo nostro paese, invece, è diventano il ritrovo dei malviventi, pusher, ladri, violentatori ect… etc...etc.. a causa di un governo che insiste nei porti aperti .Dovrebbero vergognarsi e pensare agli italiani, ai nuovi disoccupati, alle famiglie per strada: a quanto pare gli autoctoni sono ormai considerati figli di un Dio minore