Milano, frase choc su Vendola: capogruppo Lega nella bufera

Alessandro Morelli posta su Facebook una foto di Vendola col suo compagno, e la scritta "Gay e pedofilo". Poi la rimuove e si scusa. Ma scoppia, violentissima, la polemica

Il capogruppo della Lega a Palazzo Marino, Alessandro Morelli (ex assessore al turismo nella Giunta Moratti) è finito al centro di una bufera politica perché ha postato su Facebook una foto che ritraeva Nichi Vendola e il suo compagno, con la scritta "Gay e pedofilo". Dopo poche ore ha cancellato tutto e si è scusato per la "leggerezza". Ma ormai la "frittata" era fatta, ed è scoppiata subito la bagarre."Il mio post - si è difeso il consigliere comunale del Carroccio - era riferito al tema delle adozioni e al fatto che si parli di genitore 1 o genitore 2, l'altra frase contenuta nella foto, che avevo condiviso sul social network, non l'avevo neanche letta. Ho sbagliato a pubblicare una cosa non mia che non condivido e me ne scuso, ma resta comunque apertissimo il tema delle adozioni e spero di parlarne nei prossimi giorni a un dibattito al quale mi piacerebbe partecipasse lo stesso Vendola".

Durissima la replica di Sel: "Morelli stia tranquillo, delle sue farneticanti e miserabili parole su Facebook contro Nichi Vendola ne risponderà in tribunale". Luca Gibillini, consigliere comunale Sel, rincara la dose:"La definizione di pedofilo riferita a Nichi Vendola in quanto omosessuale, esige una risposta chiara. Questo è un fatto politico e culturale gravissimo. Tale affermazione è chiaramente incompatibile con qualsivoglia ruolo istituzionale - ha continuato Gibillini e le dimissioni dal Consiglio sono per noi l'unica opzione possibile". "Non ci siamo mai sottratti al confronto e al conflitto politico - ha proseguito -, ma questo imbarbarimento, che arriva alla più infame delle accuse, oltre a meritare la querela di Nichi Vendola, necessita una presa di posizione chiara e immediata". In conclusione "non siamo più disposti a tollerare da parte di esponenti leghisti la violenza, il razzismo e le discriminazioni continui. Anche per rispetto di milioni di cittadini milanesi ed italiani omosessuali e non solo".

L’assessore alle politiche per il Lavoro, Cristina Tajani commenta in questo modo la scivolata di Morelli: "È sconcertante che ci sia ancora qualcuno, persino dentro le istituzioni, che sostenga l’assioma 'omosessuale uguale pedofilo' cosi come ha fatto il consigliere della Lega. Ritengo che simili considerazioni esulino dal terreno dellalotta politica e soprattutto siano incompatibili con la presenza nelle istituzioni".

L’Arcigay di Milano rincara la dose: "Il consigliere Morelli - ha detto il presidente di Arcigay di Milano, Marco Mori -, nonostante le buone maniere, ha finalmente gettato la maschera. E' anche lui intriso di quel pregiudizio, disprezzo e odio verso gli omosessuali che caratterizza il movimento per cui milita Morelli e la Lega. Continuando con questi modi, toni e provocazioni ottuse, non possono che essere considerati i mandanti culturali delle aggressioni omofobe".

Il capogruppo della Lega, Igor Iezzi, difende il collega di partito passandro al contrattacco: "Vedo che la sinistra milanese è molto attenta a ciò che accade su Facebook e impegnata a cercare errori da parte di chi si è già abbondantemente scusato»
ha proseguito Iezzi, sottolineando che «se invece provasse ad abbandonare la realtà virtuale per girare in città, periferie comprese, la sinistra si renderebbe conto dei veri problemi con cui hanno a che fare i milanesi, etero od omosessuali che siano: tasse, insicurezza e degrado".

Anche Matteo Salvini, segretario della Lega lombarda e vice di Roberto Maroni, scende in campo a difesa di Morelli: "Bufera per una cazzata su Fb - scrive Salvini, sempre sul social network -. E intanto la disoccupazione giovanile vola al 40 per cento, le aziende chiudono, i giovani partono, Milano fa schifo. Politicanti e giornalisti -continua -, meglio buferare su altro".

Il Pd, attraverso il coordinatore milanese Francesco Laforgia, reagisce duramente agli insulti del capogruppo della Lega: un post "vergognoso e non degno di un rappresentante delle istituzioni democratiche di questo Paese. L’accusa di pedofilia rivolta a Nichi Vendola è infamante". Dello stesso avviso Roberto Biscardini, consigliere comunale del Psi: "Esprimo la mia solidarietà a Nichi Vendola perché la cosa più infamante per un omosessuale è di essere accusato di pedofilia. Evidentemente anche il consigliere Morelli si è lasciato prenderela mano da un volgarissimo luogo comune notoriamente e scientificamente falso. Per fortuna sono arrivate le sue scuse, che purtroppo non bastano ariparare il danno. Colgo l’occasione
per dichiarami a favore delle adozioni gay".

Al di là dell'inevitabile bagarre politica è molto probabile che la vicenda arrivi nelle aule di tribunale. Vedremo come andrà a finire.

Commenti
Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 02/10/2013 - 19:09

ha ha ha LE STELLE sono tante MILIONI di MILIONI la stella di NICOLA vuol dire qualità..ha ha ha ha

censurato

Mer, 02/10/2013 - 19:22

Oh, abbiamo un processo di selezione della classe politica che deve fare invidia a tutto il mondo! Primi invio 19:22

turris753

Mer, 02/10/2013 - 19:58

Non c'è da meravigliarsi la classe dirigente della lega , come chi li vota e' questa, tempo al tempo come sono nati così spariranno ci vuole solo un po' di pazienza

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 02/10/2013 - 20:11

Nella lega c'è una grande epidemia, quella di non saper contare fino a 10 prima di parlare. Persone come i politici, dovrebbero saperlo! Risparmiatevi le cazzate per cose ben più serie!

dinob

Mer, 02/10/2013 - 20:30

Che scandalo è ? Vendoda è gay dichiarato da lui stesso! Dov'è il problema ? Dov'è la notizia ?

Giangi2

Mer, 02/10/2013 - 20:53

Ma ai diritti dei bambini che dovrebbero essere dati in adozione ad una coppia gay non ci pensa nessuno? Si parla solo dei diritti dei gay ma ai bambini che vorrebbero avere un padre e una madre e che invece gli si assegna un genitore 1 e un genitore 2 non ci pensa nessuno. Chissenefrega dei bambini , l'importante e' far sentire genitori le coppie omosessuali. Questo si chiama egoismo.

conversano

Mer, 02/10/2013 - 21:30

la cazzata piu' grossa Morelli l'ha fatta nel rimuovere la frase,e la cosa piu giusta e' saggia che ha detto nel ultimo anno.

paolonardi

Mer, 02/10/2013 - 21:58

Dichiarate che gli omosessuali milanesi dono milioni mi sembra un'esagerazione. Al massimo in tutto il territorio nazionale possono arrivare a circa un milione. Siete una minoranza rumorosa, ma sempre un'esigua minoranza.

Joe

Mer, 02/10/2013 - 22:08

Si rivolgono alla magistratura! E' perchè no alla Bocassini?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 02/10/2013 - 22:13

CHE VOLETE CHE VI DICA!!!!! Un Leghista STUPIDO rimane sempre uno STUPIDO anche se è LEGHISTA!!! Saludos

comase

Mer, 02/10/2013 - 22:14

Vendola .......mi fai vomitare

bruno49

Mer, 02/10/2013 - 23:43

Dimostra che non conosce la differenza fra gay e pedofilo. Si tratta di ignoranza in materia sessuale. Essere gay significa avere tendenza sessuale per una persona dello stesso sesso. Essere pedofilo significa avere tendenza sessuale per un minorenne, dello stesso o dell'altro sesso. Il primo è un comportamento, il secondo è un'abiezione. Ignorante/i

Copernico2

Mer, 02/10/2013 - 23:51

Ero leghista, ora la lega mi fa semplicemente pena. Dopo lo scandalo del trota e belsito che ha dimostrato come, parimenti agli altri partiti, parlano bene e razzolano male (Roma ladrona, eh??!) adesso non sanno piú che pesci pigliare e passano agli insulti gratuiti. Salvi i forse dimentica che sono a fine del 2011 la lega era al governo, buona parte del baratro in cui é piombata l'Italia l'hanno causato loro e il loro padrone Silvio!

piedilucy

Mer, 02/10/2013 - 23:59

SVENDOLA INVECE DI PREOCCUPARTI DI FACEBOOCK PREOCCUPATI DEI DISOCCUPATI DELLA PUGLIA E DELL'ILVA OPPURE I GAY HANNO TUTTI LAVORO??????

flashpaul

Gio, 03/10/2013 - 00:07

Facebook è diventato una trappola mortale nella mani dell'intellighenzia dei comunisti nostrani che, con la complicità di magistratura democratica, vuole stanare chi non segue il loro pensiero unico. Loro possono insultare in modo atroce Berlusconi per 20 anni. Un semplice militante di una forza politica diversa da loro, no. E hanno il coraggio di chiamarsi democratici. Ma quand'è che gli italiani di sinistra si sveglieranno o sono tutti , ma proprio tutti rincretiniti senza speranza?

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Gio, 03/10/2013 - 00:12

Ai Leghisti e a Bossi, anche riferendosi alla malatttia che lo ha colpito, è stato detto tutto e di più. Al Cavaliere idem, caimano, criminale, psiconano e via cantanto. A nessuno di questi che hanno ripetutamente offeso sia Bossi che Berlusconi, sono mai state chieste scuse e dimissioni. E nemmeno il can-can mediatico è stato come per il suindicato !! Sinistri, provare un po di vergogna no?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 03/10/2013 - 00:47

Ci risiamo. Morelli ha sbagliato a scrivere pedofilo e se ne è scusato. Però è ancor peggiore l'atteggiamento di tutti quegli omosessuali che si scandalizzano se lui non si inchina alle loro preferenze sessuali. C'è libertà di pensiero o dobbiamo CHIEDERE AGLI OMOSESSUALI COSA POSSIAMO PENSARE? OLTRE AD ESSERE OMOSESSUALI SONO DIVENTATI ANCHE GLI INQUISITORI DELLE NOSTRE COSCIENZE?

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Gio, 03/10/2013 - 00:59

Non capisco dov'è il problema.

marco m

Gio, 03/10/2013 - 01:05

paolo nardi, sia l'OMS che le varie organizzazioni statistiche, basandosi sui dati ottenuti con il rapporto Kinsey, ed in seguito confermati da altri studi, parlano di una percentuale del 5%, ossia in italia circa 3 milioni. Gradirei sapere da dove invece prende la sua stima di 1 milione.

Ritratto di Biancofiore

Biancofiore

Gio, 03/10/2013 - 08:08

Che schifo!!!!! Re statevene intanati voi è le vostre schifezze. L'Italia sta morendo di fame e noi siamo vostre a leggere queste schifezze.

gorill1dg

Gio, 03/10/2013 - 08:34

che articolo interessante

gianni71

Gio, 03/10/2013 - 08:36

La mamma del cretino è sempre incinta.

cornacchia46

Gio, 03/10/2013 - 10:07

Se l'economia è la priorità, lo è sia quando i leghisti sparano sciocchezze, sia quando gli altri li criticano. Perché Morelli, anziché pensare alla crisi economica, pensa a negare libertà ai gay? P.S. la libertà non comprende l'offesa, come dire che gli omosessuali fanno schifo.

marco m

Gio, 03/10/2013 - 20:34

Biancofiore, non sia cosi' duro con gli ex alleati leghisti

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 25/10/2013 - 08:34

a gianni71... come quella dei sinistrorsi.

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 25/10/2013 - 08:37

a turris753,tu ti credi meglio?

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 25/10/2013 - 08:41

I gay facciano i gay.... e la smettano di rompere i c......I

Giorgio5819

Sab, 23/11/2013 - 18:41

Turris753, continua a sognare...e paga.