La metropolitana chiusa perché è troppo piena: ragazzi saltano barriere

Atm: “Atto di inciviltà e irresponsabilità”. L’appello è di evitare le ore di punta e viaggiare dopo le 9.30

La metropolitana chiusa perché è troppo piena: ragazzi saltano barriere

Una scena incivile e irresponsabile quella che si è verificata la scorsa domenica nella metropolitana di Milano. Nel mezzanino della stazione di Loreto dei ragazzi sono stati ripresi mentre lanciavano gli zaini al di là delle barriere e poco dopo si arrampicavano per scavalcarle. In poco tempo il video ha fatto il giro dei social. I tornelli e i corridoi di interscambio della metropolitana milanese erano stati chiusi per evitare assembramenti e cercare di mantenere quanto richiesto dalle norme: contingentare gli accessi così da restare entro la soglia del 50% di capienza.

Inciviltà in metropolitana

Il fatto si è verificato nel pomeriggio di domenica 13 dicembre alla fermata di Loreto, nel corridoio di passaggio tra la M1 e la M2 chiuso provvisoriamente per permettere il deflusso dei passeggeri. Atm, l’Azienda tranviaria milanese, aveva da pochi giorni chiesto ai milanesi e ai passeggeri di cambiare le proprie abitudini durante questi giorni critici prima delle festività natalizie, al fine di evitare assembramenti: "Evitate le ore di punta, se potete. Nei giorni feriali, se potete, viaggiate dopo le 9,30 del mattino: i mezzi restano comunque frequenti e c'è più spazio". E ancora: “Nonostante il servizio a regime rafforzato che stiamo offrendo, il limite di riempimento dei mezzi al 50% riduce gli spazi. Nelle ore di punta considerate ingressi scaglionati nelle stazioni del metrò, possibili blocchi ai tornelli e maggiori attese prima di poter salire a bordo di treni, bus, tram e filobus. Se viaggiate in metrò, considerate orari alternativi a partire da quelli meno frequentati".

Appelli che evidentemente non sono stati ascoltati.

Ragazzi scavalcano le barriere

Milano deve già far fronte alle tante persone che affollano le vie dello shopping e fanno file interminabili davanti ai negozi per gli ultimi regali prima di Natale. A questo proposito la Galleria Vittorio Emanuele è stata chiusa e gli ingressi e le uscite sono a numero chiuso, ovvero scaglionate. Restrizioni anche per bar e ristoranti che non potranno superare il numero massimo di 4 persone per ogni tavolo. Tutte norme inutili se poi in metropolitana si verificano episodi del genere. Nel filmato si vede chiaramente una folla di gente bloccata dietro le barriere e un gruppetto di ragazzi che, fregandosene del divieto, lanciano i propri zaini oltre le paratie per raggiungerli poco dopo scavalcandole. Nel video si sentono anche i loro amici ridere per l'impresa appena compiuta. I divieti ci sono, quella che manca è la civiltà di certe persone di saperli rispettare, anche, e soprattutto, per il bene degli altri.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?