Milano, ospedali in stato di massima emergenza per accogliere i feriti

Tutte le attività ordinarie e le operazioni non urgenti sono state sosprese per dare la priorità ai feriti in arrivo

Elicotteri e ambulanze stanno facendo da spola con gli ospedali. I soccorritori sono in arrivo da tutta la Lombardia e dall'Emilia-Romagna per assistere i numerosi feriti. Il bilancio fino a ora parla di tre vittime, di 5 feriti gravi in codice rosso e 100 in condizioni meno serie.

I feriti sono smistati negli ospedali della città più vicini al luogo dell’incidente: San Raffaele e Humanitas, ma anche al Policlinico. Nei principali ospedali milanesi è stato decretato lo stato di massima emergenza. Tutte le attività ordinarie e le operazioni non urgenti sono state sosprese per dare la priorità ai feriti gravi in arrivo.

Anche l'ospedale San Gerardo di Monza "si stanno attendendo i primi feriti, ma non si sa ancora quanti saranno né in che condizioni". L'azienda brianzola ha attivato il piano grandi emergenze. "Si stanno liberando letti nei reparti e sono state fermate le operazioni rinviabili", hanno fatto sapere dall'Asst di Monza.

Nella palestra di Pioltello è stato allestito un primo punto di soccorso per i feriti in codice verde. È stato anche richiesto l'intervento di psicologi per assistere le persone coinvolte.