Milano, senegalese minaccia georgiani: scoppia il panico in stazione

Tanta paura fra i passanti, costretti loro malgrado ad assistere alla furiosa rissa andata in scena proprio dinanzi alla stazione centrale. Allertati dalle urla, i militari dell'esercito sono accorsi sul posto, seguiti dai carabinieri

Momenti di forte tensione durante la mattina di ieri, giovedì 6 febbraio, alla stazione centrale di Milano, dove ha avuto luogo una violenta rissa fra cittadini stranieri. La situazione è degenerata a tal punto che si è scatenato il terrore fra i passanti che si trovavano a transitare nelle vicinanze, ed una pattuglia dell'esercito si è vista costretta ad intervenire per ristabilire la calma e riportare l'ordine.

L'increscioso episodio, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si è verificato durante la tarda mattinata di giovedì, intorno alle ore 12:30.

Tutto ha avuto inizio quando un cittadino straniero di nazionalità senegalese ha cominciato a discutere in modo acceso con due uomini originari della Georgia. La lite è presto evoluta in vero e proprio scontro fisico, tanto che in piazza Duca d'Aosta è andata in scena una furiosa rissa in pieno giorno alla quale hanno assistito numerosi passanti scioccati.

Il forte clamore e le grida dei testimoni, che invocavano l'intervento delle autorità, hanno richiamato l'attenzione di alcune pattuglie dell'Esercito Italiano, in quel momento impegnate in un'ordinaria operazione di controllo della zona.

Gli uomini in divisa sono accorsi sul luogo dello scontro, cogliendo in flagranza i responsabili. Al loro arrivo, in particolare, il senegalese stava minacciando i due georgiani con un affilato coccio di vetro ricavato da una bottiglia rotta.

Alla vista dei militari, che gli hanno subito intimato di gettare a terra l'arma improvvisata, il senegalese si è mostrato collaborativo, ed ha provveduto a fare quanto richiesto.

La situazione è dunque ritornata alla calma, motivo per cui i membri dell'esercito hanno contattato gli agenti della questura di Milano per chiedere loro di occuparsi delle successive operazioni. A raggiungere i militari in piazza Duca d'Aosta, anche i carabinieri di Milano Moscova.

Durante le fasi di identificazione dei responsabili, tuttavia, qualcosa ha nuovamente fatto scattare gli stranieri appena fermati. Uno dei georgiani, infatti, si è improvvisamente scagliato contro il senegalese, lottando con forza contro gli uomini in divisa nel furioso tentativo di raggiungere il rivale. I militari hanno dovuto faticare non poco per trattenere il facinoroso, che è stato infine bloccato ed ammanettato.

Caricati sulle volanti di servizio, tutti e tre i soggetti sono infine stati condotti presso gli uffici della caserma dei carabinieri del Duomo. Qui hanno avuto luogo le pratiche di fotosegnalamento e di incriminazione.

Accusati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, i due georgiani sono stati dichiarati in arresto ed ora si trovano in stato di fermo, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Nessun provvedimento, invece, nei confronti del cittadino senegalese. Risultato come parte lesa, è stato infatti rilasciato.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio5819

Dom, 09/02/2020 - 13:31

Ecco a quale inquinamento deve pensare la giunta di compagni... a quello che piace tanto a loro.

dagoleo

Lun, 10/02/2020 - 10:54

ieri eravamo a torino al luna park allestito alla pellerina ed era u susseguirsi di risse tra rom, marocchini e neri. molte famiglie con bambini sono dovute scappare. anche io con i miei bambini mi sono allontanato. poi sono intervenuti alcuni giostrai ed hanno allontanato questi balordi, ma ormai è diventato pericoloso andare anche alle giostre con i bambini. stiamo diventando un paese pericoloso e sarà sempre peggio se governeranno le sinistre. io un tempo votavo a sx ma oggi non mi sogno più di farlo. questi sono dei folli. dietro alle loro ideologie possono distruggere un paese nella convinzione di fare il giusto. come nei paesi dell'est europa.