A Milano si festeggia l'abusivismo nel silenzio della sinistra

Una festa in piena regola che ha paralizzato l'area di piazza Stuparich per celebrare i 9 anni di occupazione: la sinistra di Beppe Sala sta a guardare

A Milano si festeggia l'abusivismo nel silenzio della sinistra

L'amministrazione di Milano lascia molto a desiderare ultimamente e lo dimostra la crescente percezione di insicurezza tra i cittadini di ogni zona della città. I crimini si susseguono tra rapine, furti e violenze. Continuano a essere una costante anche le occupazioni abusive di case e di spazi pubblici, per lo più da parte di centri sociali e immigrati, il tutto nel totale silenzio dell'amministrazione comunale, che si gira dall'altra parte per evitare di infastidire quello che, notoriamente, è un bacino di voti prolifico per la sinistra. Si fanno perfino le feste a Milano per celebrare gli anniversari di occupazione, come è avvenuto in piazza Carlo Stuparich, tra San Siro e City life. Il tutto, ovviamente, senza che da palazzo Marino qualcuno osi alzare la voce per condannare il degrado al quale i cittadini onesti sono costretti a sottostare.

"Si è chiusa ieri la quattro giorni di festeggiamenti per i 9 anni dello Spazio di mutuo soccorso, costola del centro sociale Cantiere che in piazza Stuparich ha occupato una palazzina per sistemarci famiglie abusivamente. Gli antagonisti hanno chiuso una strada per piazzarci palco, stand e tavolate e incassare quattrini in nero a sostentamento delle proprie attività illegale", ha denunciato Silvia Sardone, consigliere comunale della Lega. La domanda che si pone Silvia Sardone, e che tanti residenti si sono fatti negli ultimi giorni è semplice: "Il Comune ha dato l’ok previa autorizzazione del caso?".

Una domanda che sarebbe destinata a rimanere in sospeso se l'esponente della Lega non avesse già annunciato di voler proporre un'interrogazione a palazzo Marino per fare chiarezza sulla vicenda. Ma quanto è accaduto in piazza Carlo Stuparich a Milano non può passare in osservato, soprattutto perché si colloca in un contesto di reiterazione dello stesso atteggiamento, fin troppo morbido con gli occupanti rossi. "La sinistra è stata ancora una volta spettatrice passiva per tenere buono il suo elettorato più estremo e completamente fuorilegge. Ricordo che il Cantiere ha anche una sede in viale Monte Rosa dove fa affari senza dichiarare nulla grazie alla Taverna Sociale oltre a essere sempre in linea per impedire gli sgomberi degli abusivi dalle case popolari", ha denunciato ancora Silvia Sardone.

In merito alla festa di piazza Stuparich sono intervenuti anche i consiglieri leghisti del Municipio 8 di Milano, Stefano Pavesi e Luca Bonomi: "Quanto accaduto durante questo fine settimana in piazza Stuparich ha davvero del vergognoso. Una festa per celebrare 9 anni di abusivismo da parte di un centro sociale è qualcosa che solo in una città (mal) amministrata dalla sinistra come Milano può accadere". E, in conclusione, i due consiglieri sottolineano che i residenti sono ormai disperati, "hanno inviato decine di segnalazioni, tra disagi al traffico, musica alta e schiamazzi fino a notte inoltrata. Dove sono Comune e Municipio? Danno la caccia ai commercianti per verificare al millimetro la lunghezza di dehors e tavolini e poi permettono tali violazioni?".

Commenti