Milano, spacciatore tenta di corrompere poliziotti con 3400 euro

L'uomo, un 43enne, è stato pedinato da una volante che lo teneva già sotto controllo. All'uscita da un locale al nordafricano è stato rinvenuto addosso qualche grammo di hashish. La successiva perquisizione a casa sua ha portato alla luce altra droga, oltre a 3400 euro in contanti che lo straniero ha tentato di "offrire" ai poliziotti, peggiorando così la sua già precaria posizione

La squadra mobile di Milano nelle scorse ore ha stretto le manette ai polsi ad un cittadino marocchino di 43 anni, regolarmente residente nel nostro Paese. Secondo quanto riportato dal quotidiano locale Milano Today il nordafricano era già tenuto sotto osservazione dalla polizia che con una volante ha seguito le mosse dell'uomo quando, a bordo della sua costosa autovettura, ha lasciato la sua casa di Rodano, un piccolo paesino sito nel territorio della Martesana, per dirigersi verso il vicino capoluogo meneghino, più precisamente il quartiere Corvetto, posto nella periferia orientale della città.

Appena uscito dal locale notturno nel quale era entrato poco prima gli agenti gli sono piombati addosso e lo hanno sottoposto ad un'accurata perquisizione, rinvenendo addosso al soggetto straniero qualche grammo di hashish. L'indagine si è in seguito spostata presso l'abitazione del 43enne: qui i poliziotti hanno rinvenuto quasi due chili di fumo, alcuni grammi di cocaina ed un bilancino di precisione, oltre a circa 3400 euro in contanti (con buona probabilità il frutto dell'attività illecita), che il marocchino teneva ben occultati in bagno. La già precaria posizione dello spacciatore si è definitivamente compromessa quando l'uomo ha pensato bene di offrire gli oltre 3mila euro alle forze dell'ordine, cercando così di "comprare" il loro silenzio. Il 43enne è stato arrestato e adesso dovrà rispondere, oltre alla già pesante accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, anche a quella di istigazione alla corruzione.

Prosegue senza sosta l'attività volta al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte delle forze dell'ordine del capoluogo lombardo. Nei giorni che hanno immediatamente preceduto il Natale infatti la squadra mobile di Milano ha stretto le manette ai polsi di ben 14 persone, tutte accusate di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente: nel particolare due cittadini italiani che, all'interno della loro abitazione, tenevano 68 piante di marjuana. Un altro italiano, sempre nella città meneghina, è stato beccato con oltre 4 kg di droga fra hashish, marjuana, cocaina ed ecstasy, oltre a circa 16mila euro in contanti.
Spostandoci verso l'hinterland, più precisamente a Pioltello, un uomo di 32 anni è stato pizzicato mentre cedeva dello stupefacente ad un cittadino egiziano: lo spacciatore, che a casa teneva occultato un significativo quantitativo di stupefacenti, è stato arrestato, mentre per il nordafricano è immediatamente scattata presso la Prefettura la segnalazione di consumatore di sostanze illecite.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?