Milano, tentano di sfondare ingresso della caserma col carrello

I due italiani 45enni, noti da tempo alle forze dell'ordine, hanno cercato di aprirsi un varco nei locali della caserma di Paderno Dugnano per trovarvi alloggio: "Non avevamo alcun altro posto dove stare"

Hanno provato a sfondare con un carrello il portone di ingresso della caserma dei carabinieri del comando tenenza di Paderno Dugnano (Milano) per accedere all'interno dei locali e trovare un alloggio poi, quando i militari hanno tentato di farli ragionare, li hanno ricoperti di insulti e sputi e quindi aggrediti, ottenendo infine quanto progettato anche se dietro le sbarre di una cella di sicurezza.

Il singolare episodio, stando a quanto riferito dalla stampa locale che ha riportato alcuni dettagli della notizia, si è verificato durante il pieno pomeriggio dello scorso sabato 21 marzo, quando i militari presenti in caserma in quegli attimi concitati sono stati messi in allarme dai forti rumori provenienti dall'esterno in corrispondenza della zona dell'ingresso. Utilizzando a mo' di ariete un carrello di metallo, infatti, due individui già noti da tempo alle locali forze dell'ordine stavano cercando di abbattere la porta di ingresso nel tentativo di aprirsi un varco ed accedere ai locali per prenderne possesso ed ottenere così un alloggio dove poter vivere.

In tempi di Coronavirus e con l'obbligo per tutti di rimanere a casa la motivazione del gesto espressa agli uomini dell'Arma attoniti dai due italiani, un uomo ed una donna di 45 anni, è stata semplice e diretta. "Non avevamo alcun altro posto dove stare", hanno detto ai carabinieri, che provavano in ogni modo a farli ragionare spiegando che non era certo l'assalto ad una caserma la soluzione al loro problema, senza tuttavia riuscirci. Dinanzi alle forti rimostranze dei due, pertanto, i militari del comando di Paderno Dugnano si sono visti costretti ad intimar loro di allontanarsi, ma questo non ha fatto altro che scatenare una reazione ancora più violenta dei pregiudicati.

Dapprima sono arrivati gli insulti, le pesanti intimidazioni e gli sputi in risposta alle esortazioni, infine anche l'aggressione fisica vera e propria. Particolarmente esagitato tra i due l'uomo, che si è scagliato contro i carabinieri, sferrando dei forti calci in loro direzione prima di essere definitivamente bloccato insieme alla compagna. Alla fine in caserma i due 45enni ci sono rimasti, inizialmente per svolgere le consuete pratiche di identificazione ed incriminazione, poi per essere rinchiusi all'interno delle celle di sicurezza dove attendere lo svolgimento del giudizio direttissimo, previsto nei prossimi giorni presso il tribunale di Milano. L'accusa da cui dovranno difendersi è quella di resistenza, violenza, minacce e oltraggio a pubblico ufficiale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 24/03/2020 - 14:49

Temo sia il triste presagio di quanto succederà a breve giro di posta,un po' in tutta Italia,se non fermiamo il virus:assalti a supermercati, case,magazzini,farmacie etc etc,in perfetto stile hollywoodiano.

ondalunga

Mar, 24/03/2020 - 14:58

due geni !

Albius50

Mar, 24/03/2020 - 16:40

Puntano sull'arresto in galera, VITTO E ALLOGGIO GRATIS

d'annunzianof

Mar, 24/03/2020 - 16:40

Un posto in galera no?

GeoGio

Mar, 24/03/2020 - 19:06

beh anziche dare 30 euro al giorno ai clandestini, darne almeno 15 agli Italiani in difficolta no? questo solo l'inizio, tra breve ne vedremo di ogni

Divoll

Mar, 24/03/2020 - 19:26

Come nel film di Chaplin che, quando non aveva di che vivere, si faceva arrestare per ottenere vitto e alloggio gratis :-))

Ritratto di nando49

nando49

Gio, 26/03/2020 - 10:27

Episodio che conferma la situazione paradossale delle forze dell'ordine a cui i governi di sinistra hanno tolto tutte le possibilità di difesa dai delinquenti i quali non hanno il minimo di timore ad assaltare una caserma.