Mondiali di scherma: Milano in pedana

Malagò: "La vittoria di una città". Giorgetti: "Volano per il turismo"

Mondiali di scherma: Milano in pedana

L'abbraccio della grande famiglia della scherma italiana ha aperto il lungo viaggio del Mondiale di scherma Milano 2023. La prima tappa all'Allianz Cloud, lì dove tra un anno e mezzo si svolgeranno le gare iridate, in quella che sarà «casa» di un evento che si propone di andare «oltre lo sport». Dopo che i delegati delle Federazioni di tutto il mondo hanno dato fiducia alla candidatura italiana per ospitare l'edizione della rassegna iridata che precederà i Giochi Olimpici di Parigi 2024, ieri è stato presentato ufficialmente il Comitato Organizzatore di Milano 2023 presieduto da Marco Fichera. «Si è fatto un eccellente lavoro di squadra per portare a Milano il Mondiale, anche se la candidatura non ci vedeva favoriti- ha spiegato il presidente del Coni Giovanni Malagò- Un plauso particolare a Marco Fichera, Paolo Azzi e Giorgio Scarso che hanno creduto in una grande vittoria. Milano è città di scherma, la presenza di Carola Mangiarotti qui ci ricorda Edoardo, lo sportivo italiano più medagliato. Ci sono tutti gli elementi per un grande evento per lo sport e per l'Italia». Da remoto è poi intervenuto il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti: «La volontà di organizzare grandi eventi sportivi è un messaggio di speranza. Lo sport è un grande volano per il turismo e questo Mondiale di scherma può rappresentare tanto. Il Governo sarà sempre al vostro fianco». Sarà l'ottava volta del Mondiale in Italia, segno di una grande tradizione non solo sportiva, ma anche organizzativa del nostro Paese nella scherma «E siamo doppiamente felici perché finalmente si colma la lacuna storica di Milano- ha spigato Paolo Azzi, Presidente della Federazione Italiana Scherma- Sarà il primo Mondiale nella città dei Mangiarotti e di una tradizione schermistica con pochi eguali. L'Italia della scherma mette a disposizione di Milano 2023 tutto il suo know how acquisito in anni di grandi eventi, che hanno formato e consolidato professionalità apprezzate e riconosciute come eccellenze in campo internazionale». Emozionatissimo Marco Fichera, Presidente del Comitato Organizzatore Milano 2023: «Non sarà un Mondiale e basta. Alla scherma non basta più il palazzetto, ne usciremo lavorando di squadra e realizzando un evento nel segno dell'innovazione. Una manifestazione sensazionale che farà spiccare il brand Milano 2023 in tutta Italia. Sarà un Mondiale Green, a misura di atleta, un villaggio che accoglierà le persone e promuoverà la scherma».

Commenti