Siria, nuove persecuzioni dell'Isis contro i cristani

Nella città siriana di al-Qaryatain lo Stato Islamico impone una tassa ai cristiani che fuggono per non essere decapitati

Lo Stato Islamico torna a perseguitare i cristiani. Questa volta avviene in Siria, nel villaggio di al-Qaryatain. Il centro si trova nella provincia di Homs a 140 km dalla capitale Damasco. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, attivisti locali avrebbero rilevato che gli uomini del Califfato hanno imposto la jizya, una tassa per i non-musulmani. Per l'osservatorio, che ha sede a Londra ma cita spesso fonti locali, le alternative date ai cristiani sarebbero poche: pagare la tassa, convertirsi all'Islam oppure lasciare la città.

Gli abitanti di al-Qaryatain, per paura di essere decapitati dagli jihadisti, hanno pagato diverse somme di denaro nelle ultime 48 ore anche se poco alla volta stanno abbandonando le proprie case per cercare rifugio verso la capitale. Come a Palmira la furia dell'Isis si è scatenata anche contro il vicino santuario cristiano di Mar Elian. A maggio era stato sequestrato il priore del monastero padre Jacques Murad e da allora non si hanno più avuto notizie.

Intanto un nuovo colpo allo Stato Islamico potrebbe arrivare dalla Turchia. La autorità di Ankara, per bocca del ministero turco degli Esteri, Tanju Bilgic, hanno stilato una lista di oltre 20 mila di aspiranti "foreign fighters" che potrebbero andare a combattere in Siria e Iraq. A tutti gli iscritti nella lista verrà impedito l'accesso nel Paese. Bilgic ha anche fornito i primi dati sui rimpatri dicendo che oltre 2 mila stranieri sono stati respinti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 02/09/2015 - 16:59

Per chi è ateo non viene dato un premio??

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Mer, 02/09/2015 - 17:00

Condannassero a morte gli aspiranti jihadisti. Successivamente altri penseranno di trascorrere una vita pressochè normale.

i-taglianibravagente

Mer, 02/09/2015 - 17:03

Chissa' dove le hanno comprate tutte queste belle toyota.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 02/09/2015 - 17:06

Intanto gli idioti, noi, aprano un universita islamica.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 02/09/2015 - 17:06

Intanto gli idioti, noi, aprono un universita islamica.

venco

Mer, 02/09/2015 - 18:06

Ho già detto, i veri profughi sono i non islamici che scappano dalla Siria, e nessun altro.

Sleeper

Mer, 02/09/2015 - 18:12

E intanto il coaltrone vestito di bianco inneggia all'accoglienza di queste bestie e auspica anzi l'amnistia per i carcerati...e i cristiani crepano come mosche! Che schifo...

cabass

Mer, 02/09/2015 - 18:57

Facciamo lo stesso con loro in Europa. Se non pagano la tassa, anziché decapitarli, gli mandiamo Equitalia, che è anche peggio! ;-)

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Mer, 02/09/2015 - 19:23

Se qualcuno ancora dubitava la loro vera motivazione.........

obiettore

Mer, 02/09/2015 - 19:42

Ed il papaimam, cosa ne dice?

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 02/09/2015 - 19:45

Nota prassi prevista dal corano (la dhimma). Le belle toyota sono fornite dai noti soci proprietari dei mercenari dell'isis.

Ritratto di gammasan

gammasan

Mer, 02/09/2015 - 20:53

E' chiaro da tempo che sotto le spoglie di questi fanatici si nascondono dei volgari banditi. Difficile cancellarli dalla faccia della terra, purtroppo.

Torakiki36

Mer, 02/09/2015 - 21:09

Ma come e' possibile che nessuno riesca a fermare questi barbari?

VittorioMar

Mer, 02/09/2015 - 21:25

...tutto sommato meglio convertirsi!!

lorelei95

Mer, 02/09/2015 - 21:31

papa bergoglio ci sei ? Vuoi cortesemente dire una parola ai perseguitati cristiani ?

Maver

Mer, 02/09/2015 - 22:04

Come no, la loro fede è così profondamente sentita che accettano fra le loro fila anche chi si converte per paura di morire. Alla faccia delle sincere intenzioni questi oltre ad essere bestie sanguinarie sguazzano in un' ipocrisia che offende la razionalità umana. Ma forse questa lettura mi deriva da un retaggio cristiano da cui non riesco a prendere le distanze. Questi hanno in animo che la divinità dev'essere temuta piuttosto che amata. Se è così allora tutto si spiega.

opinione-critica

Mer, 02/09/2015 - 22:37

Hanno problemi di comunicazione col loro fratello Bergoglio, se lo avvertivano avrebbe detto ai cristiani di pagare la protezione. Una bella famiglia...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 02/09/2015 - 23:03

Strano che non c'è una "crociata mediatica" delle lobbies dei poteri che si straccino le vesti per quanto succede nel Medio Oriente: forse che a certi livelli la personalità si sublima in tre stadi: NON VEDO NON PARLO NON SENTO.

Jimisong007

Gio, 03/09/2015 - 01:43

Se vengono in europa hanno diritto di asilo....

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 03/09/2015 - 10:34

E' l'Islam, belli...

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Gio, 03/09/2015 - 11:56

Pragmaticamente ai tempi gli albanesi si convertirono all'islam proprio per eludere questa imposizione fiscale.