Palazzo delle Scintille, il 25 aprile operativo il maxi-hub vaccinale

Il più grande centro della Lombardia: potrà somministrare circa 10 mila vaccini al giorno dalle 8 alle 20, weekend compresi. Realizzato grazie alla collaborazione tra Fondazione Fiera Milano e Generali, con il contributo di Cisco e Moncler

Palazzo delle Scintille, il 25 aprile operativo il maxi-hub vaccinale

La campagna di vaccinazione anti Covid ha superato le 100mila somministrazioni al giorno e Milano e la Lombardia dispongono anche del nuovo e più grande hub vaccinale della Regione, realizzato in Piazza VI Febbraio a Milano - nel Palazzo delle Scintille, un tempo Padiglione 3 della Fiera, all'ombra delle Torri di CityLife - grazie alla collaborazione tra Fondazione Fiera Milano e Generali con il contributo e la partecipazione di importanti partner privati come Cisco e Moncler. Il nuovo centro è stato allestito all’interno del Generali Square Garden in linea con le indicazioni del piano di vaccinazione massiva di Regione Lombardia e risponde all’esigenza di avere ulteriori e adeguati hub sul territorio per proseguire le inoculazioni a un ritmo sempre più sostenuto. L'avvio dell'attività è previsto domenica 25 Aprile, con le prime 2 mila vaccinazioni prevalentemente dedicate a pazienti estremamente vulnerabili.

La gestione dell'hub – organizzato per somministrare circa 10 mila vaccini al giorno dalle 8 alle 20, weekend compresi – sarà coordinata dalla Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico, in stretta collaborazione con Asst Rhodense, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Besta, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Asst Santi Paolo e Carlo.
Dispone di 72 linee di erogazione vaccinale e il percorso è codificato a tappe partendo dall'accettazione e registrazione dell'utente, all'anamnesi col medico, fino box di inoculo del vaccino e infine la zona di osservazione e prenotazione della seconda dose, dove avviene la consegna del certificato vaccinale al termine del ciclo.

Generali, proprietaria dell’immobile tramite un fondo immobiliare gestito da Generali Real Estate, mette a disposizione gratuitamente la struttura dopo aver completato i lavori delle opere impiantistiche e di climatizzazione per il suo funzionamento. Fondazione Fiera Milano ha in comodato d’uso parte dell’edificio, ha progettato il layout generale di funzionamento sulla base delle esperienze condotte con il Politecnico di Milano e con Ernst & Young presso il centro vaccinale in funzione al padiglione Ospedale Policlinico Fiera e ha coordinato i lavori di allestimento realizzati dalla storica società Way di Rho.

Moncler ha contribuito integralmente ai costi di realizzazione di allestimenti e arredi (area accettazione, box per anamnesi e inoculazione, area osservazione post vaccino, postazioni di lavoro del personale sanitario) e contribuirà ai costi per lo svolgimento delle attività di registrazione del percorso che saranno svolte da oltre 80 addetti reclutati al Policlinico di Milano.

Cisco ha invece messo a disposizione gratuitamente tutte le apparecchiature dell’Infrastruttura Digitale per il processo di tracciamento della somministrazione vaccinale, compresi i sistemi per il conteggio delle persone e la verifica del distanziamento in sicurezza Questa infrastruttura è stata realizzata anche con il contributo di Axians e di K2K. Gli arredi tecnico-medicali del nuovo centro vaccinale e la dotazione informatica sono stati messi a disposizione dal Policlinico di Milano. Grazie alle risorse dei suoi 8.000 donatori, anche il Fondo per la Lotta al Coronavirus - costituito nel 2020 da Ffm con Fondazione di Comunità Milano - ha contribuito a completare la configurazione della rete informatica e delle aree di accesso e di servizio.

COME ARRIVARE

Il centro vaccinale, situato in piazza VI Febbraio è facilmente raggiungibile con la MM5 Lilla e la linea del tram 19 e dispone, nelle immediate vicinanze, di oltre 1000 posti auto di pertinenza del vicino centro commerciale, oltre ad altri 350 posti auto dell’adiacente parcheggio Atm.