Piazze, palazzi e caserme le "perle" del Fuorisalone

Dal centro storico alle periferie, ecco la mappa delle principali mostre nei "distretti" del design

Piazze, palazzi e caserme le "perle" del Fuorisalone

La settimana più attesa dell'anno è partita e, dopo giorni di allestimenti, aziende e designer accendono la città con un caleidoscopio di installazioni nei cortili, palazzi storici, strade e piazze. Dal centro-città sempre di più la «contro-fiera» si allarga alle periferie e agli ex spazi industriali, in un processo di progressiva valorizzazione del territorio. Ecco un'anticipazione delle cose più interessanti che vedremo in giro per la città.

IL CENTRO STORICO

Cominciamo dal centro storico, epicentro i cortili della Statale, dove ha aperto la mostra-evento di Interni, che coinvolge anche l'Orto Botanico di Brera e per la prima volta in Piazza Cordusio l'Audi House of Progress. Oltre 50 progettisti hanno realizzato più di 40 proposte creative sui temi di una nuova estetica della sostenibilità, la natura in città, l'intelligenza artificiale per un design innovativo e un futuro nuovo attraverso un design consapevole. Tra le scenografiche installazioni spicca Fabbrica, l'opera progettata da Piero Lissoni e realizzata da Sanlorenzo, che si staglia al centro del prato e richiama la natura industriale del cantiere e le strutture che vengono utilizzate per la costruzione delle imbarcazioni; Love Song, ideata dallo Studio Ron Arad and Associates, è invece la scultura in marmo bianco di Carrara realizzata da Citco. Chromosaturation è poi il titolo dell'installazione di Daniel Kainz e Hannes Boeker per il brand di moda AlphaTauri che sfrutta il fenomeno fisico della cromo saturazione per un'esperienza visiva e fisica che coinvolge lo spettatore e trasmette la sensazione di caldo/freddo. Acqua, cambiamento e interazione sono invece le parole chiave di La voce di Idra, la fontana futuristica immaginata da Elena Salmistraro per Guglielmi Rubinetterie. Ma il «tour» in centro non può mancare di toccare via Durini, distretto ogni anno più ricco. Si parte dal cortile di Palazzo Durini con la scenografica installazione di Marcantonio per Natuzzi, per scivolare nella lunga parata di showroom dove si susseguiranno diversi momenti di promozione diffusa della cultura del design tramite incontri ed esposizione esclusiva di prodotti.

BRERA

Tra i distretti del design, Brera spicca per contenuti e vivacità. Per tutta la settimana, il quartiere ospiterà 168 eventi, 314 aziende e designer, 108 showroom permanenti. Tra i progetti da non perdere, va segnalata la mostra di Porsche, con l'installazione immersiva The Art of Dreams, opera dell'artista floreale Ruby Barber, che a Palazzo Clerici intende esplorare l'interazione tra natura e tecnologia. Nello showroom Valcucine Milano Brera verrà presentata la mostra LE3DERS, curata da Archivibe, con l'esposizione di modelli architettonici di alcuni fra i più noti studi Internazionali di architettura, in versione 3D e visualizzati attraverso un'esperienza di Realtà Aumentata da vivere attraverso filtri Instagram. Casa Baglioni, il nuovo hotel milanese della Collezione Baglioni che verrà inaugurato nel distretto di Brera entro la fine dell'anno, un progetto firmato dallo studio d'architettura Spagnulo & Partners, è invece il palcoscenico della mostra d'arte In-between. Tra Arte e Design, un percorso espositivo curato dallo studio Spagnulo & Partners che descrive il delicato rapporto tra arte e design, con i lavori di tre grandi artisti internazionali, Agostino Bonalumi, Anne Imohof e Giulio Paolini. Momentum è l'installazione interattiva pensata negli spazi dell'Acquario Civico firmata da Stark, un'installazione visuale ed esperienziale sul sistema tempo-spazio/ambiente. Ai Caselli di Porta Nuova va in scena la seconda edizione dell'installazione itinerante della pioniera britannica del lusso Stella McCartney; i partecipanti possono esplorare creazioni realizzate con fibre vegane pionieristiche, (ri)utilizzando tutto, dai funghi ai rifiuti prodotti dalla Fashion Industry.

PALAZZI STORICI

Design Variations, da diversi anni ospitato all'interno di Palazzo Litta (corso Magenta), si sposta in due storiche dimore. La prima è il Centro Filologico Milanese, la più antica istituzione culturale della città; qui si troveranno i tappeti ispirati alla Cina Imperiale di Battilossi, le lampade Foris, l'eclettica poltrona Agata disegnata da Antonio Aricò e l'installazione Pensare in marmo di Paolo Ulian per Bufalini: una pannellatura in marmo optical, nata da uno studio di sul riutilizzo dei materiali di scarto. La seconda invece è Palazzo Visconti (zona Corso Monforte). Tra gli splendidi affreschi del palazzo esporranno il Centro Studi Poltronova, Woak, Mario Trimarchi, gli studenti del Politecnico di Milano e l'azienda belga LcD Textile Edition che, per festeggiare il suo 30° compleanno ha preparato una gigantesca torta di tessuto tecnico, con metalli semipreziosi. Nel distretto di Porta Venezia, Palazzo Serbelloni (corso Venezia 16) ospita Twenty, l'evento del designer inglese Tom Dixon che celebra i suoi primi 20 anni.

IL DISTRETTO TORTONA

Tortona Design Week, Tortona Rocks, BASE e Superstudio sono i protagonisti del distretto Tortona, con una serie di percorsi espositivi sul tema della sostenibilità. Cuore del distretto è Superstudiopiù che presenta la mostra Superdesign Show. Al centro, spiccano le commistioni tra arte e design nella imponente installazione di Sara Ricciardi per Glo e la terrazza di Superstudio firmata da Toilet Paper con il rossetto di 6 metri, il bosco pietrificato di Maria Cristina Carlini, l'installazione di 12 raggi di luce di 6 metri di KLAK, l'installazione di Habits Design Studio su luce suono e movimento, con la performance di Kataklò Athletic Dance Theatre, i parati di Affreschi&Affreschi disegnati da Milo Manara e Fabio Novembre. Di fronte a Superstudio, con ingresso in via Bergognone 3, BASE Milano si ripresenta al pubblico col tema We will design, un laboratorio sperimentale con designer internazionali, scuole, università e istituzioni. Tre i progetti presentati: Temporary Home Casa Base con le opere di 5 designer internazionali, Exhibit, e They Will Design.

GLI ALTRI DISTRETTI

La nona edizione di 5VIE Design Week si presenta quest'anno sotto il titolo Prototyping Utopias, un tema che sarà declinato attraverso mostre, progetti partner, il territorio. Al centro i progetti del collettivo radicale Archizoom Associati, con il coinvolgimento di Poltronova, azienda che ha dato corpo alle visioni di Archizoom, tra gli anni '60 e '70. La sesta edizione di Isola Design Festival mette in scena il progetto Together as One, un viaggio a più direzioni con al centro una maxi-installazione dal titolo Vita Lenta in piazza Città di Lombardia, una casa senza tetto a servizio dell'individualità. E ancora sei mostre curate direttamente da Isola che affronteranno altrettante tematiche: design circolare, nuovi materiali, artigianato, produzione eco-sostenibile, social design. Alcova, il progetto espositivo ideato da Joseph Grima di Space Caviar e Valentina Ciuffi di Studio Vedèt, torna in zona Inganni negli spazi dismessi dell'ospedale militare di Baggio creando sinergie tra designer emergenti, artisti, gallerie e istituzioni. Certosa Initiative è una delle new entry di questa edizione di Fuorisalone nello spazio post-industriale 10mila metri del Certosa District. La firma della manifestazione è quella di Margriet Vollenberg, già ideatrice di Ventura Centrale, Ventura Future.

Commenti