Radiodays, la maxi convention delle radio europee a Milano nel 2015

Il grande evento internazionale dal 15 al 17 marzo 2015 sarà ospitato al MiCo-Milano Congressi. Radiodays è la più importante conferenza annuale dell'industria pubblica e privata europea e si terrà a poco più di un mese dall'Esposizione Universale. Un vento per far scoprire Expo ai delegati e per festeggiare i 90 anni della prima trasmissione radiofonica da Milano

Radiodays, la maxi convention delle radio europee a Milano nel 2015

Milano nell’anno di Expo 2015 richiama sempre più grandi eventi internazionali e dal 15 al 17 marzo 2015 sarà la sede di Radiodays Europe, la più importante conferenza annuale dell’industria radiofonica pubblica e privata europea. Direttori, speaker, produttori radiofonici, giornalisti, amministratori, dj si ritroveranno nella città dell’Esposizione Universale a poco più di un mese dalla sua apertura per discutere del futuro della radio, lanciare nuove idee e progetti di comunicazione. Sarà una tre giorni animata anche da eventi che coinvolgeranno anche la città, capitale italiana delle radio e capitale dell’innovazione, aperta al mondo e sempre più globale.

L’evento si svolgerà negli spazi del MiCo–Milano Congressi, il grande centro congressuale cittadino di Fiera Milano che, anche in vista di questo appuntamento, ha avviato importanti lavori di manutenzione straordinaria dell’ala che ospiterà Radiodays, con un investimento di circa 3,5 milioni di euro. Radiodays Europe ogni anno raduna oltre mille delegati dei network radiofonici da decine di Paesi. A Dublino, dove si è tenuta da poco l’edizione 2014 sono arrivati più di 1300 delegati da oltre 60 Paesi e proprio nella capitale irlandese gli organizzatori hanno annunciato Milano come sede dell’edizione 2015. Risultato che ha premiato la forte attrattività della città con il “sistema Milano” che ha fatto squadra: Comune di Milano, Expo 2015 Spa, Padiglione Italia e Fiera Milano hanno infatti sostenuto fortemente la candidatura voluta da Filippo Solibello di Radio2 Rai, rappresentante italiano di Radiodays Europe. Le precedenti edizioni della conferenza si sono tenute a Copenaghen (2010 e 2011), Barcellona (2012), Berlino (2013) e Dublino (2014).

“In questa città – ha detto il sindaco Giuliano Pisapia - migliaia di professionisti del settore, esperti di comunicazione e di semplici curiosi potranno trovare un ambiente, moderno, dinamico e stimolante, capace di rendere l’edizione italiana e milanese di Radiodays Europe un evento davvero speciale. Milano è senza dubbio la capitale dei media in Italia e un centro di prima grandezza nel panorama Europeo. La radio è un media allo stesso tempo antico e moderno, capace di raggiungere e comunicare in con milioni di persone in tutto il mondo. E proprio nel 2015, insieme a Radiodays festeggeremo i 90 anni della prima trasmissione radiofonica da Milano”.

“La scelta di Milano come sede di Radiodays 2015 premia un ottimo lavoro di squadra e una città il cui prestigio internazionale è in continua e costante ascesa - ha commentato il presidente di Fiera Milano, Michele Perini -. Noi siamo orgogliosi di contribuire con la grande attrattività delle nostre fiere, ma anche dell’offerta congressuale. Radiodays sarà infatti ospitata dal nostro centro congressi MiCo, che si colloca al vertice della classifica europea per standard dei servizi e capacità di accoglienza. Il MiCo è una struttura formidabile e una ricchezza per Milano che è tornata nella short list delle più ambite location per i grandi eventi e le convention internazionali. Fiera Milano ha significativamente investito sul MiCo e continua a farlo: l’ala che accoglierà Radiodays è interessata proprio ora da importanti lavori di upgrading e manutenzione straordinaria”.

“La decisione di ospitare Radiodays Europe proprio a Milano nell’anno dell’Esposizione Universale – ha spiegato Piero Galli, direttore generale della Divisione gestione evento di Expo - è significativa e fortunata. Alla vigilia di un grande appuntamento come Expo Milano 2015 la kermesse radiofonica catalizzerà l’attenzione del mondo dei media e della comunicazione sulle opportunità che la città può e sa offrire. Per questo Radiodays rappresenta un’insostituibile occasione per diffondere i valori alla base della più importante manifestazione mondiale che Milano e l’Italia ospiteranno l’anno prossimo. Attraverso le più diffuse radio europee la voce di Expo Milano 2015 entrerà nelle case di tutti per raccontare le sue sfide e la forza del tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

“Padiglione Italia offrirà l'evento sociale dei Radiodays Europe e in questo modo racconterà in anticipo di due mesi sull'apertura ufficiale di Expo 2015 come l'Italia intende presentarsi al mondo e raccontare le sue eccellenze culturali ed eno-gastronomiche. Nell'occasione offriremo una eccezionale anteprima di una serata all'Expo, ospiti del Padiglione Italia”, ha annunciato Paolo Verri, direttore del Palinsesto eventi e contenuti espositivi del Padiglione Italia.

“Milano è sotto diversi punti di vista la capitale italiana delle radio, soprattutto di quelle commerciali e un punto di riferimento per le radio digitali. Milano è anche uno straordinario centro della cultura, della creatività, della moda e del design. Conosciuta nel mondo anche per il cibo, il vino e il divertimento. Tutti ingredienti che la rendono una destinazione interessante e affascinante. La presenza di un centro congressi così ben organizzato come MiCo ci ha convinto a scegliere Milano come sede dell’edizione 2015, poco prima dell’apertura dell’Expo”, hanno sottolineato Anders Held e Rolf Brandrud, organizzatori di Radiodays Europe, aggiungendo: “Siamo certi che questa città sarà il posto giusto dove trovarsi”. E Filippo Solibello, di Radio 2 Rai ha rimarcato: “E’ un grande successo per l’industria radiofonica, pubblica e privata italiana che vogliamo coinvolgere, dai grandi network nazionali alle radio più piccole. Occasione per mostrare al mondo il made in Italy della comunicazione e più nello specifico del settore radio. Una sfida che abbiamo vinto grazie al sostegno e alla collaborazione di tanti soggetti che hanno colto l’importanza di questo evento internazionale”.

Commenti